Excite

Cane torturato e bruciato a Villa Ada (Roma): spunta l'ipotesi delle sette sataniche

  • villa-ada

Non sono chiari né la reale dinamica né i motivi che hanno spinto un individuo, purtroppo ancora ignoto, a torturare e uccidere un cane, ritrovato carbonizzato a Villa Ada a inizio giornata dopo una telefonata al 113 da parte di un cittadino di Roma.

Cane ucciso a bastonate dal padrone, video shock sul web

L’animale, un esemplare di razza jack russell dalla taglia medio-piccola, ha dovuto subire feroci sevizie ad opera del suo padrone o aguzzino, senza ovviamente potersi difendere, per poi essere dato alle fiamme all’interno del parco capitolino. Raccapricciante la scena che si sono trovati di fronte gli agenti delle forze dell’ordine, ai quali era stata segnalata la presenza del piccolo cadavere sul suolo dell’area verde di via della Moschea: testa tumefatta, zampe fratturate e addome trafitto da una spranga per il povero quadrupede vittima della furia criminale dell’uomo.

Una testimonianza raccolta dal commissariato Villa Gori racconta di una persona (con cane al seguito) che, la sera dell’11 dicembre, giorno prima dell’atroce scoperta da parte dei poliziotti dentro i giardini del parco compreso tra i Parioli e il Salario di Roma, avrebbe appiccato il fuoco proprio nelle vicinanze del luogo in cui è poi stato rinvenuto il corpicino senza vita del jack russell.

Il sospetto che dietro questa vicenda vi possa essere lo zampino di qualche setta dedita ai riti satanici sembra una delle piste su cui si può lavorare da qui ai prossimi giorni per trovare e assicurare alla legge il responsabile di un atto di efferata violenza che ha suscitato un’immediata eco di sdegno ben al di fuori del territorio della Capitale.

Si attende l’esito dei primi riscontri, con eventuali nuove testimonianze che potrebbero rivelarsi preziose, sulla base di quanto accertato in loco dal personale dell’Asl romana e dei carabinieri giunti a Villa Ada nella tarda mattinata per rinvenire elementi utili alle future indagini.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017