Excite

Capitano De Falco trova disperso del Giglio: nuova impresa dell'anti-Schettino

  • Getty Images

Sono andate a buon fine le ricerche condotte dalla Capitaneria di Porto di Grosseto per ritrovare il trentenne che, partito dallo scalo di Talamone per raggiungere l’Isola del Giglio con la sua barca, da mercoledì risultava disperso.

Concordia, Schettino si prende il merito del recupero: riesplode la polemica

Le operazioni, terminate col salvataggio in località Formiche di Grosseto del giovane naufrago, sono state coordinate dal comandante Gregorio De Falco, noto all’opinione pubblica nazionale per il severo rimprovero all’indirizzo di Francesco Schettino la sera dell’incidente della Costa Concordia, quando il capitano della nave da crociera decise di abbandonare i passeggeri al loro destino mentre il gigante del mare affondava.

In stato di shock ma in buone condizioni di salute nonostante la terribile disavventura che poteva costargli la vita, il proprietario del natante di 7 metri arenatosi lungo il tragitto per raggiungere dal porto di Talamone la costa del Giglio è stato rintracciato dopo una ricerca a tappeto alla quale aveva partecipato anche la Diciotti, imbarcazione usata nei giorni scorsi per scortare la Concordia fino all’ultima destinazione, a Genova.

(Concordia, l'arrivo a Genova: il timelapse dell'ultimo viaggio fa il giro del web)

La ricerca del disperso, iniziata la sera di mercoledì scorso e terminata dopo 5 giorni e mezzo di controlli sui tratti di costa ipoteticamente percorsi dal naufrago, non è stata delle più semplici per via della totale mancanza di collegamenti con la barca finita alla deriva ed il suo ospite, privo di mezzi di comunicazione per tutte le ore trascorse in mare aperto.

Gregorio De Falco conquista “sul campo” un’altra piccola medaglia, con una missione delicata condotta e portata a termine nel migliore dei modi grazie anche al contributo decisivo delle massicce forze impiegate nel tentativo (fortunatamente riuscito) di salvare la vita al ragazzo smarrito dalla scorsa settimana.

Come per un curioso gioco del destino, la contrapposizione tra due figure di segno opposto trova coronamento in un incrocio di episodi a dir poco significativo: da un lato il relitto della Concordia e l’autodifesa piuttosto traballante di Schettino, dall’altro il lavoro esemplare di De Falco che sembra voler restituire alla collettività con la forza dei fatti l’immagine rassicurante e positiva dell’uomo di mare pronto a salvare vite e mai disposto a tirarsi indietro di fronte al proprio dovere.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017