Excite

Carabiniere trovato morto in caserma a Roma, su Facebook: "Vogliono chiudermi la bocca per sempre"

  • Facebook

Tragedia nella caserma “Salvo D’Acquisto” a Roma, dove un carabiniere appartenente al VIII Reggimento Lazio è stato trovato morto dentro una stanza chiusa a chiave dall’interno.

Carriera nell'Arma: requisiti per l'ingresso nei Carabinieri e concorsi recenti

Misteriosa la dinamica dell’episodio, anche se il proiettile compatibile con la pistola d’ordinanza conficcato in petto e adesso sotto esame degli inquirenti fa pensare con ogni probabilità all’ipotesi del suicidio.

Nella stessa direzione della tesi accreditata nell’immediato dai colleghi del militare, la chiamata che lo stesso Luis Miguel Chiasso, originario di Terni e in forza all’Arma da diversi anni, a quanto pare avrebbe effettuato pochi minuti prima di morire in stato confusionale al centralino del 112.

I fatti andranno ricostruiti con precisione nelle prossime ore e sarà necessario attendere le indagini per fare chiarezza sull’accaduto, ma a suscitare scalpore dal momento della diffusione della notizia del (finora presunto) suicidio del carabiniere a Roma è un lungo post dal contenuto premonitore apparso su Facebook come ultimo messaggio del giovane laziale.

(I carabinieri festeggiano i duecento anni dell'Arma a Napoli: guarda il video)

“Lavoro per i servizi segreti italiani e internazionali, qualcuno vuole chiudermi la bocca per sempre. So che stanno arrivando” aveva scritto Luis Miguel sul profilo personale del social network, lasciando trasparire in maniera sibillina ma piuttosto chiara l’eventualità di una morte violenta, magari collegata alla sua attività professionale.

Le parole del militare di Terni, lette il giorno dopo del ritrovamento del suo cadavere nella caserma Salvo D’Acquisto della Capitale, stanno riecheggiando nelle pagine dei principali siti d’informazione e alimenteranno sicuramente ipotesi ed illazioni di ogni tipo su eventuali “mani invisibili” che potrebbero aver avuto un ruolo in questa vicenda dai contorni oscuri.

Tutt’altro che di facile interpretazione risultano alcuni passaggi del testo lasciato in rete da Chiasso, con riferimenti al programma televisivo Adam Kadmon ed alla ribellione del popolo contro il governo quando questo agisce fuori dal mandato” in uno "stato di guerra" oltre che alla "maschera da levare come promesso", al “poco tempo rimasto da vivere” per chi sa determinate cose e porta delle responsabilità”.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017