Excite

Carlo Lissi, la collega: "Era pazzo di me, ma non ho mai dato false speranze"

  • Facebook

E' ancora sotto choc Motta Visconti, il comune nel quale si è consumata l'incredibile tragedia dell'uccisione da parte di Carlo Lissi della sua famiglia. Una follia che non trova spiegazioni se non quelle che vengono fuori dalle parole dello stesso Lissi: l'assassino stava vivendo un periodo complicato, in cui era cresciuta in maniera forte la frustrazione per un amore non corrisposto, quello per una collega di lavoro.

Carlo Lissi ha confessato l'omicidio della sua famiglia: "Amavo un'altra"

Barbara, questo il nome di fantasia usato per identificare la donna, lavora alla Wolters Kluwer da due anni e il rapporto con Carlo era pressoché normale fino a qualche tempo fa. La svolta nella mente del Lissi è arrivata circa due mesi fa. A raccontarlo agli inquirenti è stata la stessa Barbara: "Inizialmente ci si incrociava nei corridoi e lui si limitava a qualche complimento. Negli ultimi due mesi il suo atteggiamento si è fatto più insistente ed esplicito: si è passati agli inviti a cena, alle dichiarazioni d'amore, ai paroloni. Diceva di essere pazzo di me, io rispondevo che non ci pensavo nemmeno a iniziare una storia. Ma lui non si dava pace".

Maria Cristina Omes, tutte le foto da Facebook

Un comportamento poco corretto da parte di un uomo con famiglia. Ma quello che Barbara racconta è un piacione, non uno stalker. Così è possibile riassumere la testimonianza di questa donna che infatti mai ha pensato di dover segnalare le eccessive avances a colleghi o superiori. Era invece Carlo stesso a manifestare il proprio sentimento nei confronti della donna agli altri dipendenti della Wolters Kluwer: non mancava occasione per rendere pubblico il proprio interesse nei confronti della giovane.

Strage Motta Visconti, Lissi confessa: "Voglio il massimo della pena"

Come detto però Barbara non aveva mai lasciato spazio a illusioni: "Non è mai accaduto nulla, non gli ho mai dato un filo di speranza". Quando la ventiquattrenne riceve la tragica notizia è in compagnia del fidanzato per un week end in montagna. Rientrerà nella serata di domenica: poche ore dopo, anche grazie alla testimonianza della donna, Carlo Lissi confesserà l'omicidio di sua moglie Maria Cristina Omes e dei due piccoli figli.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017