Excite

Carmela Rea, il movente? Forse un segreto incofessabile

  • LaPresse

Sembra che su questo non ci siano dubbi. Carmela Rea, detta Melania, è stata uccisa dal marito Salvatore Parolisi. Il giudice per le indagini preliminari di Teramo, Giovanni Cirillo, è stato chiaro nell'affermare che l'omicidio deve essere attribuito a Salvatore Parolisi, il marito, senza alcuna ragionevole possibilità alternativa. Ma perché? Quale il movente?

Tutte le notizie sull'uccisione di Carmela Rea

Su questo punto si discute. A quanto pare è stato accantonato il movente passionale. Piuttosto l'attenzione è tutta rivolta ad un segreto incofessabile, legato alla sfera sessuale o al mondo della caserma, che Melania sembrava aver scoperto. Pare, dunque, che la donna oltre al tradimento avesse scoperto qualcosa di ben più grave e che sia stata uccisa per questo motivo. Secondo il giudice occorrerebbe approfondire i rapporti interni alla caserma, gli eventuali giri di droga, le altre relazioni extraconiugali.

Il giudice per le indagini preliminari di Teramo ha così deciso che Parolisi deve rimanere in carcere per aver ucciso la moglie. Se le gravi accuse che gravano sulla sua testa dovessero essere confermate, l'uomo potrebbe rischiare l'ergastolo.

Qualche tempo fa, quando erano stati pubblicati i messaggi che Parolisi si era scambiato con la sua amante Ludovica (leggi la notizia), si era parlato di 'imbuto passionale'. Ma adesso tale ipotesi sembra essere stata scartata. Nella sua ordinanza il giudice ha scritto che la situazione nella quale Parolisi versava sembrava andargli benissimo, quindi il movente va cercato da qualche altra parte, molto probabilmente in quello cha la moglie avrebbe scoperto quando lo seguiva, lo pedinava.

A quanto pare qualche giorno prima dell'omicidio Melania era apparsa molto nervosa all'amica Rosa Immacolata, a cui aveva confessato che aveva qualcosa di molto brutto da dirle. Non solo. Subito dopo la morte della moglie Parolisi ha telefonato a Rosa. Secondo il magistrato l'uomo temeva che la moglie avesse rivelato tutto all'amica. Domani si svolgerà l'interrogatorio di garanzia. Le volte precedenti Parolisi si è sempre avvalso della facoltà di non rispondere e lo stesso potrebbe fare anche questa terza volta.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017