Excite

Carmela Rea, indagato per omicidio il marito

  • Foto:
  • ©LaPresse

Svolta nelle indagini sul delitto di Carmela Rea detta Melania. Salvatore Parolisi, marito di Carmela, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio volontario aggravato. L'uomo, caporalmaggiore dell'esercito, che è accusato di aver ucciso la moglie, sarà nuovamente ascoltato venerdì dai pm di Ascoli Piceno.

Tutte le notizie sull'uccisione di Carmela Rea

Il luogo in cui è stato ritrovato il corpo di Carmela Rea

I funerali di Carmela Rea

Parlando ieri ai giornalisti, Parolisi ha detto di sentirsi come Cristo in croce, ma di essere tranquillo. 'Non ho fatto nulla - ha affermato l'uomo - e arriverò fino alla cima della verità, non mi fermo alla prima montagna, sono stato un alpino'. L'avvocato di Parolisi ha detto: 'Siamo sereni come lo è lui, non ha nulla da temere'.

La notizia dell'iscrizione di Parolisi nel registro degli indagati ha scosso la famiglia della vittima. L'avvocato Mauro Gionni, a cui i genitori di Carmela e il fratello Michele si sono affidati in vista della costituzione di parte civile, ha fatto sapere: 'Sono increduli, è la notizia che non avrebbero mai voluto avere, il dolore sul dolore'. Il legale ha poi aggiunto che i familiari della vittima vogliono la verità e che 'la credibilità di Salvatore si sta consumando ai loro occhi'.

Parolisi si è contraddetto troppe volte e, a quanto pare, da alcuni giorni si parlava dell'iscrizione di Parolisi nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio volontario. Soprattutto dopo la scoperta di un nuovo telefonino di proprietà dell'uomo che il caporalmaggiore avrebbe usato per comunicare con l'amante e che poi aveva nascosto in un campo sportivo di Folignano, il paese vicino ad Ascoli dove abitava con la moglie.

Un avvocato di Parolisi ha fatto sapere: 'Dobbiamo ancora capire cosa è effettivamente successo e poi ci muoveremo secondo le necessità. Di sicuro lavoreremo in una direzione diversa rispetto a prima, ma sulle stesse basi, che sono quelle delle dichiarazioni del nostro assistito, che ricordo è un indagato a piede libero'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017