Excite

Carmela Rea, interrogato per otto ore il marito. Non è indagato

Lo abbiamo scritto lunedì, la posizione di Salvatore Parolisi, marito di Carmela Rea, detta Melania, è diventata sempre più difficile (leggi la notizia), tanto che l'uomo è stato interrogato per otto ore nella caserma dei carabinieri di Castello di Cisterna (Napoli).

Tutte le notizie sull'uccisione di Carmela Rea

Il luogo in cui è stato ritrovato il corpo di Carmela Rea

Al pm di Ascoli Umberto Monti Parolisi ha confermato la sua versione dei fatti. L'uomo ha detto: 'Non avrei mai lasciato Melania'. Una versione diversa da quella raccontata dalla soldatessa sua amante, la quale ha detto che il giorno prima della morte della moglie Parolisi l'aveva chiamata dicendole che il giorno successivo avrebbe lasciato Carmela.

Salvatore Parolisi non è indagato. Per gli inquirenti rimane persona informata dei fatti. A quanto pare nel corso dell'interrogatorio l'uomo ha nuovamente ricostruito quanto successo il giorno della morte della moglie. E sembra che lo abbia fatto in maniera tranquilla e serena.

Alcune novità emerse ieri riguardano i tabulati telefonici. Secondo i rilievi tecnici sembra, infatti, che il cellulare di Parolisi sia stato tracciato a Ripe di Civitella poco dopo le 14.00 del giorno della scomparsa di Melania, il 18 aprile, ossia circa mezz'ora prima del presunto allontanamento della donna dallo stesso Parolisi e dalla loro bambina di 18 mesi. Nel frattempo gli inquirenti hanno disposto nuovi accertamenti medico-legali sul corpo di Melania.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017