Excite

Carolina, quattordicenne suicida a Novara, Twitter: "E' bullismo"

  • Twitter

Dopo il caso di Andrea, il 'ragazzo con i pantaloni rosa' suicidatosi perché accusato di essere gay e deriso dai compagni di scuola per come si vestiva, l'ombra del bullismo sembra allungarsi anche sul gesto estremo compiuto nella notte tra il 4 e il 5 gennaio da una ragazzina di Novara, Carolina Picchio. A denunciare l'ipotesi amici e conoscenti, che ancora una volta hanno scelto i social network, in particolare Twitter, per rendere nota la vicenda.

Deriso perché gay, quindicenne si suicida: aperta inchiesta, web in rivolta

Che Carolina si fosse suicidata è stato subito chiaro. La giovane, studentessa dell'istituto Pascal di Romentino, si è buttata dalla finestra della casa al terzo piano di una palazzina del quartiere Sant'Agabio di Novara dove viveva con il padre, ma sul perché del gesto non si sapeva nulla, con gli inquirenti impegnati nella delicata e difficilissima ricerca delle ragioni che potevano aver spinto una ragazza descritta da tutti come molto bella e vitale a farla finita.

Poi, tra ieri e oggi, la campagna degli amici su Twitter, con l'hashtag #RIPCarolina: l'accusa, non circostanziata, ma molto dura e portata da più parti, è che la ragazzina si sia suicidata per i ripetuti e violenti insulti ricevuti soprattutto dai compagni di scuola, anche se non è ben chiaro per quale motivo. Ritrosia e rabbia tipiche dell'età adolescenziali si fondono infatti in un fiume di messaggi contro 'ignoti' che avrebbero spinto Carolina a togliersi la vita, così come contro società e mezzi di informazione troppo impegnati a occuparsi dei "tweet di Monti" o del "pancione di Belen" per parlare del suicidio di una quattordicenne.

Carolina suicida per bullismo, Twitter in rivolta: foto

"So che questo tweet non la riporterà indietro ma per favore ci aiutate a farlo salire? #RIPcarolina", scrive un po' prima delle 13 di oggi @Smile_4ever98 e la sua richista viene subito accolta, con immediate polemiche contro i media: "#ripcarolina al telegiornale si dovrebbe parlare di questo ma ovviamente il figlio della Fico e la politica sono più importanti per loro :(", dice @Marti_1Ditaly, mentre @MarikaPatuelli nota: "... Non so, i media ne parlano pochissmo e non si capisce il motivo. Ma 14 anni per suicidarsi sono troppo pochi... #RIPCarolina".

A un certo punto gli utenti se la prendono con il tg di Italia 1: "#studioaperto parlate ogni giorno delle cagate più varie ma un piccolo spazio per una 14enne che suicidata per i bulli non c'è #RipCarolina", accusa @LovatosMine ed ecco che dopo poco arriva il servizio: "Su studio aperto hanno parlato di Carolina,la ragazza che si è suicidata #ripcarolina", twitta @HoranSmile93 e @thatscrazyxx aggiunge: "#RIPCarolina #studioaperto ha appena fatto il servizio, ho i brividi".

In mezzo, gli attacchi ai 'bulli'. "#RIPcarolina Quanto può essere cattiva la gente per far arrivare una ragazza di 14 anni al suicidio?" (si) chiede @Smile_4ever98 e @LovatosMine attacca: "#ripCarolina Mi auguro con tutto il cuore che quei 'soggetti' si sentano talmente odiati e in colpa che abbiano gli stessi istinti di Caro", mentre @xwanna_smile scrive con amarezza: "Almeno lassù forse ti lasceranno in pace #RIPCarolina" e @tommoslaughx chiosa: "#RIPCarolina perché la gente deve morire? basterebbe un po' di rispetto".

Nulla di circostanziato, appunto, ma tante accuse più o meno velate che insinuano il dubbio che la decisione di Carolina sia stata dettata da qualcosa fuori dal suo controllo e così doloroso da preferire morire piuttosto che affrontarlo. Ora starà agli inquirenti capire cos'è succeso davvero.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017