Excite

Case chiuse: gli italiani dicono sì alla riapertura

Secondo un sondaggio pubblicato sul sito del movimento sociale e liberale Italia Nuova, l'85.5% degli italiani è favorevole alla riapertura delle "case chiuse".

Il movimento è attualmente promotore della raccolta di firme per presentare il quesito referendario attraverso cui abrogare la legge Merlin, che nel 1958 fece piazza pulita di tutte le "case di tolleranza". Sul sito vengono spiegati i motivi per cui sarebbe giusto ricostituire la regolamentazione in materia di prostituzione: dall'ordine pubblico alle questioni economiche, oltre alla tutela delle prostitute stesse.

Inoltre vengono riportate le leggi che regolano la prostituzione di alcuni Paesi europei come Gran Bretagna, Spagna, Olanda, Germania. Il movimento espone anche una proposta di legge con regole ben precise. Eccone alcune.

1. Chiunque può esercitare la prostituzione in Italia a patto che abbia 21 anni compiuti, che sia residente nella Comunità Europea, e che abbia l'autorizzazione rilasciata da un'azienda sanitaria locale.
2. La prostituzione può essere esercitata sia a casa del cliente o del "professionista", sia presso strutture alberghiere autorizzate.
3. I guadagni di chi lavora nell'ambito della prostituzione figurano come reddito della persona, quindi sono soggetti a imposta.

Riaprire le "case di tolleranza", considerare prostitute e transessuali come "professionisti" del mestiere, quindi equipararli a qualunque cittadino che svolge un lavoro autonomo. Introdurre regole specifiche per migliorare la situazione della prostituzione. Sei d'accordo?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016