Excite

Jessica Pulizzi, assolta la sorellastra di Denise Pipitone. La madre della bambina: "Oggi non credo più nella giustizia. Mia figlia una questione di carriera"

Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise Pipitone, la bambina scomparsa il primo settembre 2004 da Mazara del Vallo (Trapani), è stata assolta dal tribunale di Marsala (Trapani). Per la ragazza la procura aveva chiesto 15 anni, ovvero il massimo della pena. All'ex fidanzato, di Jessica, Gaspare Ghaleb, sono stati inflitti invece due anni per false dichiarazioni ai pm.

Denise Pipitone, il volto ricostruito dai Ris

Dopo nove anni di indagini e tre di processo, la pista della Pulizzi come autrice del rapimento di Denise era l'unica che reggeva. Secondo l'accusa Jessica, all'epoca diciassettenne, avrebbe prelevato la bambina, che sapeva essere la figlia illegittima del padre e di Piera Maggio, a bordo del suo motorino mentre giocava in strada davanti casa della nonna materna. A dare credito all'accusa anche alcune intercettazioni telefoniche e ambientali ma soprattutto una serie di bugie e un alibi per nulla forte della ragazza.

Denise Pipitone, intercettazione shock: "Vai a prendere la bimba". "Dove la porto?"

Piera Maggio, mamma di Denise che in questi quasi dieci anni non si è mai data per vinta cercando sempre la verità, non nasconde tutta la sua delusione: "Oggi Denise è stata nuovamente sequestrata. Non smetto e non smetterò mai di dire che Jessica è colei che ha sequestrato Denise e che l'entourage l'ha coperta. Oggi non credo più nella giustizia. Sono adirata. C'è qualcuno che ha impedito di fare giustizia, ma non posso dire chi". La donna che non ha accettato di buon grado questa sentenza del Tribunale di Marsala, parlando con i giornalisti, poi, usa parole molto dure: "Denise è diventata una questione di carriera per alcune persone. Quando alcuni andranno in pensione mi daranno ragione per quello che penso".

Secondo Fabrizio Torre, uno dei difensori di Jessica, questa è una "sentenza giusta che interviene all'esito di una lunghissima attività dibattimentale dove sono stati fatti tutti gli approfondimenti necessari". L'altro avvocato della Pulizzi, Gioacchino Sbacchi, ha aggiunto: "Dirò a Jessica di viversi la sua vita serena e continuare a lavorare e pensare alla sua bambina. E anche alla signora Corona, perchè no."

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017