Excite

Caso Meredith, riflettori puntati su Amanda Knox

Sembra essere lei, l'americana Amanda Knox, la vera protagonista dell'udienza preliminare che si è tenuta ieri per l'omicidio della studentessa britannica Meredith Kercher.

Guarda le immagini dell'udienza preliminare

A metà giornata la giovane americana ha, infatti, chiesto di poter parlare, di poter rendere la sua dichiarazione spontanea. Così ad ottobre Amanda parlerà davanti al giudice. Racconterà la sua verità, sulla sua vita e su quanto accaduto quella notte in cui Meredith è stata uccisa. Ma una cosa è certa. Amanda vuole dare una diversa immagine di sé. E sembra già averlo cominciato a fare nel modo in cui ieri si è presentata in aula. Vestita in modo sobrio, faccia acqua e sapone, capelli raccolti.

Amanda vuole dire al giudice ciò che ha già detto a chi le sta accanto sin dal momento del suo arresto. A cominciare dai suoi amori: "Mi hanno descritto come una mangiatrice di uomini, hanno detto che ho avuto una lista di amanti lunga così, ma io qui in Italia ne ho avuti solo due". Poi i suoi soldi: "Avevo quattromilacinquecento dollari sul conto, a novembre, e il cinque ho prelevato 362 euro, i soldi per l'affitto. Non capisco: hanno detto che ho ucciso Meredith per rubarle poche centinaia di euro. Non ha senso". E infine quella notte: "Rudy è un bugiardo, io l'ho passata con Raffaele, siamo stati a casa sua".

La ragazza vuole trasmettere al mondo intero un unico e chiaro messaggio: sono diversa da quello che pensate. Così Amanda ha taciuto per tutta la durata dell'udienza, anche nei momenti più delicati in cui è stata accusata da Patrick Lumumba. Durante la pausa ha canticchiato un po'. "Lo faccio per superare la tensione, cantare mi rilassa" ha affermato. Ha offerto qualche caramella agli avvocati e ha parlato di come trascorre il tempo in carcere: "Ogni giorno faccio un'ora di footing. E faccio tante altre cose. Ho cominciato a studiare il russo, miglioro con l'italiano, col tedesco e col francese. Le mie compagne di cella si lamentano perché studio troppo".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016