Excite

Cassano illumina l'Italia e rivela: 'Tre anni e poi smetto'

  • LaPresse

Evidentemente in casa Milan va di moda e dunque dopo Zlatan Ibrahimovic che aveva pubblicamente dichiarato di essere stanco della routine, ora è il turno di Antonio Cassano che fa parlare di sè e rilascia dichiarazioni di cui sentiremo parlare per un bel pò di tempo. L'Italia però nel frattempo vince 3-0 in casa contro l'Irlanda del Nord continuando a convincere anche con il tandem leggere Cassano-Giovinco.

La formazione di Cesare Prandelli continua a conquistare punti anche grazie alla rinascita vera e propria di Antonio Cassano che realizza due reti ma poi nel post-partita spiega: 'Gioco ancora tre anni, tre anni e mezzo. Voglio fare un buon Europeo e un buon Mondiale, trovare la continuità in azzurro. Poi smetto, perché ormai sono un po' stanco. Io un punto di riferimento? No, i punti di riferimento sono quelli che hanno vinto tutto, Buffon, Pirlo, De Rossi. Sono uno dei più anziani, è da dieci anni che sono in Nazionale e ho solo 25 presenze, faccio sempre dentro e fuori. Speriamo che da qui ai Mondiali possa avere continuità in Nazionale e poi basta'.

Come se non bastasse poi rincara la dose: 'Sono 13 anni e mezzo che mi gratto la testa ed è un problema, mi gratto il naso ed è un problema, sono un problema sempre e comunque. Il 70 per cento delle volte è colpa mia - attacca Cassano - sono sempre io che mi cerco le rogne. Ma nel 30 per cento in cui ho ragione finisce che sbaglio sempre io. Ma comunque a 32-33 anni al massimo smetto, esco dal calcio e mi godo la famiglia. Il calcio per me è stata la cosa più bella del mondo ma adesso sono un pò stanco, tre anni e mezzo e stop. Se no diventa una routine e la routine mi stressa. Se resto nel mondo del calcio? A parte giocare non so far nulla. Non so nemmeno parlare, mica mi posso mettere a fare l'opinionista, direi solo cavolate. Prandelli? Nel momento di maggiore difficoltà mi è stato veramente vicino, mi ha dato tanta fiducia, mi ha detto che puntava su di me e mi ha dato lo slancio anche per partire bene col Milan. Abbiamo un rapporto stupendo, speciale, e per questo voglio ringraziarlo. Per i prossimi 10 anni potete parlare di Balotelli, Mario vi basta e vi avanza'.

Ecco il tabellino del match:

ITALIA-IRLANDA DEL NORD 3-0

ITALIA (4-3-1-2): Buffon (31’st De Sanctis); Cassani, Barzagli, Chiellini, Balzaretti; De Rossi, Pirlo, Montolivo; Aquilani (23’st Nocerino); Cassano (11’st Osvaldo), Giovinco. A disp.: Astori, Maggio, Cigarini, Rossi). All.: Prandelli.
IRLANDA DEL NORD (4-1-4-1): Taylor; Hodson, Baird, McAuley, McGivern; Evans; Little, Davis, Norwood (28’st McLaughlin), Gorman (32’st McGinn); Healy (20’st Feeney). A disp.: Mannus, McCourt. All.: Worthington.
ARBITRO: Mateu (Spa).
MARCATORI: 21'pt, 8'st Cassano, 29'st McAuley (aut., I).

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017