Excite

Castellammare di Stabia, stop alle minigonne

Il sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio (Pdl), ha deciso di usare il pugno di ferro. Contro cosa? Le minigonne. Stop a tacchi, décolleté e abiti succinti. Se ne discuterà lunedì in consiglio comunale a Castellammare. Ma il nuovo regolamento di polizia urbana ha già suscitato curiosità e clamore.

Il regolamento è stato redatto da un ex generale della Guardia di Finanza, Luigi Mamone, assessore alla Sicurezza, legalità e polizia municipale nella giunta Bobbio. A comporlo ci sono ben 41 articoli, di cui uno recita: 'Vietato giocare a pallone, aggirarsi sostare o sdraiarsi in costume da bagno o, in ogni caso, camminare a torso nudo'. Come se non bastasse, al bando anche 'abiti succinti, minigonne, maglie e camicie scollate'. Chi veste in questo modo è indecente e quindi non può passeggare per le vie di Castellammare di Stabia, che punta a diventare una località di mare alla moda.

Per chi trasgredirà sono previste multe fino a 500 euro. Insomma, non si scherza. Alle polemiche Bobbio risponde: 'In questa città si era scaduti in modo insopportabile in comportamenti che rendevano difficile il vivere civile. Era necessario partire da regole convenzionali per capire che cosa non è concesso. A Castellammare era diventata prassi comune, con i primi caldi estivi, andare in giro vestiti come al mare. Roba che in nessuna città civile si tollera'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017