Excite

Cellulari, da luglio tariffe ridotte per sms e chiamate in roaming nei Paesi europei

Dal primo luglio 2009 entrerà in vigore il nuovo regolamento, approvato ieri a larga maggioranza dall'Europarlamento di Strasburgo, che pone un tetto massimo al costo degli sms e delle chiamate in roaming nei Paesi dell'Unione. Così a partire dalla data stabilita gli operatori potranno addebitare un massimo di 11 centesimi per un sms (Iva esclusa) e un massimo di 43 centesimi al minuto per le chiamate in roaming. Nel 2010 la tariffa per le chiamate scenderà a 39 centesimi e nel 2011 a 35. Per quanto riguarda, invece, le chiamate ricevute il costo massimo sarà di 19 centesimi al minuto, cifra che poi scenderà a 15 centesimi dal 1 luglio 2010 e a 11 centesimi dal 2011. Il fornitore del paese di origine, inoltre, entro il primo luglio 2010 non potrà addebitare ai propri clienti alcun costo per la ricezione di un messaggio vocale in roaming.

Il nuovo regolamento interessa anche l'utilizzo di Internet attraverso il cellulare. Dal primo luglio le tariffe non potranno superare un euro per megabyte e dal 2011 la cifra scenderà a 50 centesimi. Il cliente, infine, quando entrerà in un altro stato membro dell'Unione Europea dovrà ricevere dal proprio operatore, "mediante un servizio messaggi, senza indebito ritardo e gratuitamente", tutte le informazioni relative alle tariffe di roaming (Iva inclusa) che verranno addebitate per le chiamate ricevute o effettuate e per gli sms nel paese in cui si trova.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016