Excite

Charlie Hebdo, sparatoria a nord-est di Parigi. Terroristi barricati con ostaggi: morti dopo blitz polizia

  • Getty Images

AGGIORNA LA DIRETTA

La polizia francese assedia i due fratelli terroristi: le foto

ore 18.04

I massimi responsabili della sicurezza nazionale forniscono spiegazioni alla stampa in diretta sulle modalità del blitz, chiarendo di aver provato per diverse ore a trattare con gli assalitori per catturali vivi. Incerta la sorte della compagna dell'estremista di origini africane Coulibaly, ma anche di una parte dei civili sequestrati.

ore 17.57 Radio e tv francesi riferiscono della dinamica dell'azione che ha portato alla morte dei terroristi nei due locali teatro della caccia all'uomo. Nuove indiscrezioni dei cronisti parlano di 4 ostaggi morti nell'Hyper Cacher.

ore 17.52 Quando ormai la lunghissima giornata di violenza nelle strade della Francia sotto assedio volge al termine con un bilancio solo parzialmente incerto, affiorano le prime testimonianze video del blitz coordinato dalle forze speciali di polizia.

ore 17.42 Fugati gli ultimi dubbi sull'uccisione dei fratelli Kouachi, mentre risulta ferto un membro delle teste di cuoio in occasione della battaglia finale nel capannone scelto come covo dai sequestratori armati. Dubbi sulla notizia del decesso di un ostaggio.

ore 17.32 Tutti ufficialmente morti i terroristi, sia i fratelli Kouachi che Coulibaly, al termine del doppio blitz in contemporanea a Porte de Vincennes e Dammartin-en-Goele, condotto fino a pochi minuti dai nuclei antiterrorismo di Parigi.

ore 17.29 Buone, secondo le ultime agenzie, le condizioni del giovane titolare della tipografia, fuori pericolo al termine della sparatoria tra attentatori e forze dell'ordine.

ore 17.22 Continua ad oltranza la resistenza dei due terroristi barricati nella stamperia assediata. Ripetuti di arma da fuoco uditi anche nei pressi del negozio ebraico, atmosfera tesissima nei luoghi sotto attacco.

ore 17.08 Voci insistenti, poi confermate da un dispaccio della France Press, sull'operazione delle forze speciali a Dammartin-en-Goele, evidentemente cominciata da almeno 10 minuti. Su Twitter Skynews pubblica una istantanea dell'esplosione del palazzo all'interno del quale rimangono barricati i fratelli Kouachi.

ore 16.59 Spari e fumo in aria, l'irruzione della polizia nei locali di Dammartin potrebbe essere in pieno svolgimento. Cresce l'ansia per la sorte del ragazzo di 27 anni sequestrato dagli attentatori, un elicottero si alza in volo nella zona del conflitto a fuoco.

ore 16.53 I servizi segreti inglesi parlano di uno stretto legame tra il gruppo d'assalto promotore degli attacchi terroristici degli ultimi giorni in Francia e la jihad islamica con radici in Gran Bretagna.

ore 16.45 Poliziotti schierati in assetto d'attacco nei pressi del supermercato di Porte de Vincennes, si torna a parlare di blitz dei reparti antiterrorismo. I negozi abbassano le vetrine e continua a regnare il coprifuoco a Parigi e dintorni.

ore 16.25 Dai media israeliani giungono aggiornamenti sugli ostaggi detenuti da stamattina nel negozio di generi alimentari kasher: tra di essi vi è un bambino di soli sei mesi.

ore 16.19 La televisione Europe 1 manda in onda le immagini dell'arresto, con violento placcaggio sul marciapiede, di una persona in un primo momento sospettata di legami coi terroristi. Intanto a Porte de Vincennes è stata liberata una donna, fino a poco fa imprigionata nel market ebraico.

ore 16.14 Il killer Amedy Coulibaly ribadisce la proposta di procedere all'immediata liberazione di tutte le persone sequestrate in caso di uscita di scena degli agenti dal covo di Cherif e Said Kouachi.

ore 16.08 Clima incandescente nelle vie che cingono i locali scelti dai terroristi come rifugio, con voci ad intermittanza sull'avvio imminente di un'azione combinata dei reparti speciali di polizia ed esercito contro gli stragisti barricati insieme agli ostaggi.

ore 15.58 Le tv mostrano fermento in strada a Dammartin-en-Goele, dove è stata ultimata l'evacuazione degli edifici pubblici, mentre nell'altra località sotto assedio si ricomincia purtroppo a parlare di feriti gravi e di morti.

ore 15.53 I vertici della politica in Francia si riuniranno nei prossimi minuti all'Eliseo per esaminare d'urgenza le varie opzioni sul campo nella battaglia in corso contro i sequestratori dei civili. Sul tavolo la proposta di interrompere la trattativa con gli attentatori.

ore 15.45 Arriva una smentita definitiva in merito alla notizia di una presunta sparatoria in corso nell'area del Trocadero, mentre si continua ad ipotizzare un blitz armato per salvare gli ostaggi in mano ai fratelli Kouachi e all'estremista Amedy Coulibaly.

ore 15.40 Sarà il presidente della Repubblica Francois Hollande, stando alle indiscrezioni appena filtrate sui notiziari e in rete, a decidere in prima persona a breve sulle modalità dell'irruzione nei luoghi sotto assedio dei terroristi e dell'eventuale eliminazione fisica degli stessi.

ore 15.30 Il sequestratore degli ostaggi al supermercato di Porte de Vincennes invita le autorità di Parigi a "lasciar andare via i Kouachi" per evitare un nuovo spargimento di sangue.

ore 15.09 Altalena di ipotesi sui media transalpini sullo svolgimento della trattativa che vede impegnati funzionari dei reparti antiterrorismo della polizia francese e i due fratelli Kouachi, a ormai quasi 8 ore dall'inizio dell'attacco al rifugio degli estremisti.

ore 14.59 Situazione surreale nelle vie circostanti al market kasher, con gli accessi bloccati da uomini armati in divisa, sirene dei mezzi blindati e di soccorso spiegate in un continuo viavai di camioncini della polizia e blindati. Terrore tra i cittadini.

ore 14.47 Si attendono notizie sulle eventuali vittime del conflitto a fuoco nel negozio Hyper Cocher, ma intanto si segnala l'uscita in sicurezza dalle scuole a Porte de Vincennes di centinaia di alunni.

ore 14.35 Secondo fonti non confermate, l'uomo protagonista sia ieri dell'omicidio di un'agente a Mountrouge che del sequestro a mano armata di oggi nel locale ebraico a 40 chilometri dalla stessa città si chiamerebbe Amedy Coulibaly. Le ricerche in questi minuti si concentrano anche sula figura di una giovane donna dal nome Hayat Boumeddiene.

ore 14.25 Un'agenzia di stampa battuta adesso dalla France Press parla di "2 vittime" per il blitz ad opera della polizia nella tipografia sequestrata da Cherif e Said Kouachi, fratelli coinvolti nell'azione terroristica contro il giornale satirico Charlie Hebdo.

ore 14.20 Le forze di sicurezza dei corpi speciali si avvicinano al punto vendita di prodotti alimentari ebraici sotto il controllo dell'assassino del poliziotto di Parigi, l'organizzazione dell'intervento è giunta all'ultimo atto. Concitazione nell'area del nuovo attentato.

ore 14.06 Asserragliato con due kalashnikov e dell'esplosivo all'interno dell'Hyper Cocher di Porte de Vincennes, il terrorista nel mirino dei reparti speciali delle forze dell'ordine avrebbe con sè 5 ostaggi, con ogni probabilità sequestrati qualche minuto prima nei corridoi del supermercato.

ore 14.00 Il sospetto killer dell'agente ucciso in strada a Parigi, identificato come autore dell'azione nel market della Capitale, ha urlato ai poliziotti schierati fuori dal negozio "sapete chi sono", mentre le telecamere riprendono i preparativi per un possibile blitz.

ore 13.45 Un altro focolaio di violenza è segnalato a Parigi, nella parte est della città, dove un uomo armato ha fatto irruzione dentro un supermercato in zona Porte de Vincennes sequestrando alcune persone. Agenti fuori dall'esercizio commerciale, tensione alle stelle.

ore 12.44 Sta suscitando scalpore, da stamattina, la sconvolgente foto della redazione di Charlie Hebdo pubblicata su Twitter da un giornalista del magazine colpito dai fondamentalisti per le vignette irriverenti sull'Islam.

ore 12.40 Nuovi indizi sull'identità dell'ostaggio: le agenzie d'informazione della Francia si sbilanciano, dovrebbe trattarsi di un uomo contrariamente a quanto si pensava meno di un'ora fa. Intanto proseguono i controlli e le perquisizioni in strada. Scuole chiuse e con studenti dentro le classi nella cittadina teatro della sparatoria.

ore 12.35 La polizia francese ha appena allestito un punto stampa per tenere aggiornati i giornalisti della situazione e far luce sui non pochi interrogativi emersi in queste ore in merito agli aspetti più controversi della vicenda. Pare che i primi spari siano stati ascoltati da testimoni intorno alle 7 di mattina.

ore 12.28 Poche ancora le certezze sulla dinamica dello scontro a fuoco durato alcune ore nei pressi del garage di una tipografia della "Rue Clement" a 40 km da Parigi, mentre sembra altamente probabile l'ipotesi che nelle mani dei sequestratori vi sia una donna, forse prelevata dal locale sotto assedio.

ore 12.16 Ansia per la sorte dell'ostaggio sequestrato dai fratelli Kouachi, circondati dalle forze di sicurezza da inizio giornata e probabilmente in interessati alla trattativa con le autorità francesi. Non si hanno informazioni su un impiegato della stamperia dove è avvenuta la sparatoria in seguito alla fuga dei membri del gruppo d'assalto alla sede di Charlie Hebdo.

Una violenta sparatoria, secondo i media impegnati ormai da tre giorni in una diretta no stop sulla caccia ai terroristi responsabili della strage nella redazione del giornale satirico Charlie Hebdo a Parigi, sta vedendo protagonisti in località "Rue Clement" diversi agenti dei reparti speciali della polizia e due uomini armati rifugiatisi nella cittadina nord-est della Capitale.

Polizia sulle tracce degli attentatori dopo la strage di Charlie Hebdo: feriti 2 agenti

L'area interessata dal conflitto a fuoco, stando agli ultimi aggiornamenti pervenuti alle tv transalpine a inizio giornata, è stata scelta dai fratelli Cherif e Said Kouachi, membri del commando che al grido di “Allah è grande” ha assassinato 12 persone venerdì scorso seminando il panico nelle strade parigine, per la fuga dopo 72 ore dall'eccidio.

Almeno 20 i feriti nel lungo conflitto a fuoco durato quasi metà mattinata, con un bilancio in evoluzione ma sicuramente non leggero per gli uomini delle forze di polizia schierati con uno spiegamento di mezzi eccezionale nell'attacco finale agli stragisti di Charlie Hebdo.

(Prosegue la caccia ai terroristi nelle strade di Parigi: il video delle operazioni di polizia)

Giallo sulla presunta presenza di numerosi ostaggi nelle mani dei ricercati, notizia battuta dalle agenzia pochi minuti fa e ripresa poco dopo da numerosi siti web d'informazione internazionale. In realtà, i terroristi avrebbero tenuto prigioniero soltanto un dipendente dell'azienda di lavori pubblici di Dammartin-en-Goele.

Charlie Hebdo, attacco alla libertà di satira: i vignettisti di tutto il mondo si schierano

"Siamo ormai vicini all'epilogo" ha assicurato il prefetto della Capitale, informando la stampa nazionale l'opinione pubblica francese dell'evoluzione dei fatti in tempo reale.

La caccia ai due fratelli Kouachi, barricati all'interno nell'agenzia di consulenza pubblicitaria Creation Tendance Decouverte di Parigi, sta ancora tenendo impegnate le unità speciali della polizia francese. Nuclei dell'antiterrorismo si sono uniti alla missione, avviando una trattativa coi fuggitivi armati per salvare l'ostaggio.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017