Excite

Charlie Hebdo, un anno dopo l'attentato: Hollande 'Terrorismo minaccia spaventosa'

  • Getty Images
L'anniversario dell'attentato alla redazione di Charlie Hebdo è stato ricordato con una cerimonia solenne dal presidente della Repubblica francese, François Hollande. "Il terrorismo non ha smesso di far pesare sul nostro Paese una minaccia spaventosa", ha affermato il numero uno dell'Eliseo, in riferimento anche alle stragi del 13 novembre.

Leggi anche l'attentato sventato in Italia da Anonymous

Il 7 gennaio 2015, infatti, Parigi ha subito uno shock: la redazione del settimanale satirico è stata assaltata da due uomini armati, i fratelli Said e Cherif Kouachi, con un bilancio di 8 vittime. Il presidente Hollande ha ribadito che "sul fronte esterno rispondiamo con le nostre forze armate che lottano al fianco dei nostri alleati contro la barbarie dell'Isis", mentre "Sul fronte interno rispondiamo braccando i terroristi, smantellando le loro reti, prosciugando le loro fonti di finanziamento". Insomma, la Francia non è intenzionata ad abbassare la guardia dopo lo spargimento di sangue dello scorso anno.

Il presidente della Repubblica francese ha anche annunciato nuove misure straordinarie per combattere il terrorismo: il governo valuterà prima di tutto una maggiore libertà d'azione per le forze di polizia e la possibilità di rendere più facili le operazioni di perquisizioni per le persone sospettate di avere legami con il terrorismo. Ricordando le vittime, infatti, Hollande ha sostenuto che "sono morti affinché noi potessimo vivere liberi".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020