Excite

Chicago, ragazzina di 14 anni uccide la sorella con 40 pugnalate: "Non mi apprezzava"

  • Getty Images

Ha provato a discolparsi, ma non sembra avere scampo la 14enne di Chicago che due giorni fa ha assassinato con qualcosa come 40 pugnalate la sorella minore (colpita a morte mentre dormiva), probabilmente per una lite avuta la notte prima.

Usa, un minuto per spiegare i motivi della strage: video shock

L’unica indiziata del barbaro omicidio, raccontano gli inquirenti, è caduta presto in contraddizione dopo aver dato la colpa ad uno sconosciuto, che si sarebbe introdotto furtivamente nell’appartamento per uccidere la bambina di 11 anni con ripetuti colpi di pugnale.

Per avvalorare tale ipotesi, la stessa ragazza avrebbe provveduto a chiamare personalmente la polizia alle 8,30 del mattino di martedì scorso, chiedendo soccorso per la sorella aggredita in casa. I sospetti a carico della giovane sono aumentati man mano che il colloquio con gli agenti è andato avanti, tra parziali e indirette ammissioni di responsabilità e improvvisi black out di memoria.

Sembra che l’adolescente, la notte prima del delitto, avesse avuto un’accesa discussione con la sorella, alla quale avrebbe rinfacciato i sacrifici fatti per la famiglia senza aver ricevuto l’auspicato apprezzamento.

Gelosia, insoddisfazione e rancore hanno evidentemente spinto la ragazzina al folle gesto, culminato in un bagno di sangue una vittima innocente colpita senza pietà in uno scenario da film dell’orrore: l’arma del reato, un coltello da cucina, ha lasciato tracce sul corpo della sospettata, nonostante il maldestro tentativo di rimuovere gli indizi con una frettolosa doccia fatta in tempo per l’arrivo dei poliziotti.

Sconvolta per l’accaduto la piccola comunità del Mundelein, piccolo centro nel Lake County dove si è consumato questo terribile episodio, che per l’ennesima volta porta sotto i riflettori della cronaca nera in America giovanissimi killer, mossi a compiere atti efferati da fattori solo in parte spiegabili razionalmente.

Dell’uccisione della undicenne di Chicago hanno parlato i maggiori media nazionali, mentre in rete si è riaccesa la discussione sulla preoccupante crescita del fenomeno della violenza giovanile, contro la quale pare non funzioni più l’argine della famiglia, istituzione che anche negli Usa in molti considerano in crisi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017