Excite

Cile, per i minatori il primo pasto caldo

Sono ancora intrappolati in una miniera di oro e rame nel nord del Cile i 33 minatori di cui, nei giorni scorsi, sono state diffuse delle immagini (il video). Adesso, per loro, stanno arrivando i primi pasti caldi.

Dal 5 agosto i minatori si trovano nella miniera di San Josè a 700 metri di profondità e finalmente adesso potranno cominciare a mangiare alimenti caldi, per loro riso e pollo. Nel frattempo i proprietari della miniera nel quale è avvenuto l'incidente hanno chiesto scusa. Lo hanno fatto in un'audizione in Parlamento.

Alla commissione parlamentare il co-leader del gruppo minerario San Esteban, Alejandro Bohn, ha detto che 'la pena provocata da questa situazione imprevista e non voluta significa che non dobbiamo chiedere scusa per l'angoscia che stiamo vivendo. Questa è una situazione terribile, e noi speriamo che al più presto ci sia un lieto fine'.

Per la liberazione dei minatori, probabilmete, ci vorranno ancora tra i tre e i quattro mesi. Questo, inftti, è il tempo necessario perché la trivella idraulica da 30 tonnellate riesca a scavare fino ai 700 metri di profondità. Sul posto si è recata anche l'equipe di esperti della Nasa per fornire appoggio medico e psicologico.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017