Excite

Cina, la morte di una ragazza scatena una rivolta nel Guizhou

La Cina sudoccidentale sabato è stata teatro di una imponente protesta animata da migliaia di manifestanti. A scatenare la rivolta il caso di una giovane ragazza di 15 anni trovata morta in un fiume. Le autorità hanno parlato di suicidio, ma secondo i familiari della giovane vittima la ragazza è stata violentata e uccisa dal figlio di un alto funzionario del governo che la polizia vuole coprire. Così sarebbe stato inscenato il suicidio per insabbiare il caso.

Ai numerosi studenti che hanno dato il via alla protesta contro le autorità, nella contea di Wengan provincia di Guizhou, si sono presto unite oltre 10mila persone. I dimostranti hanno bruciato 3 uffici del governo e 20 automobili. Per sedare la rivolta la polizia è intervenuta con la forza. Circa 150 manifestanti sono stati feriti, uno è morto e circa 200 sono stati arrestati.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016