Excite

Clima pazzo, è emergenza

Da tempo lo si dice, il clima sta cambiando. Ma adesso anche i non esperti riescono a rendersene conto senza difficoltà. Non è necessario fare studi o ricerche approfondite, basta guardare quello che sta accadendo in questi giorni in diverse parti del mondo. L'Asia colpita da un monsone di incredibile violenza e l'Europa sconvolta da violente piogge.

A Repubblica, Giampiero Maracchi, responsabile dell'Istituto di biometeorologia del Cnr di Firenze (Ibimet), ha spiegato: 'I termini che fino a ieri usavamo abitualmente per descrivere le piogge eccezionali che colpivano l'Europa non danno più l'idea di quello che succede realmente oggi. A molti l'uso del termine monsone in uno scenario europeo sembrerà improprio, ma quello che sta accadendo ha caratteristiche simili alla dinamica dei monsoni. C'è l'umidità proveniente dall'Atlantico che si incanala dalla Gran Bretagna verso il Mediterraneo, dove trova l'onda calda che dai tropici si spinge sempre più lontano, sempre più vicino ai Poli. E c'è il contrasto tra questi due flussi, tra il mare di aria calda africana e la corrente di aria fredda atlantica: la massa di aria calda prima sale e poi si condensa, trasformandosi in piogge violente. Negli ultimi 15 anni ci sono stati tre episodi alluvionali sull'Europa centrale come quello che stiamo vivendo in questi giorni. E' un fenomeno recente collegato all'anomalia termica su scala globale: fino a pochi anni fa la spinta calda non arrivava così lontano con questa forza'.

Sono sempre più frequenti e più violenti episodi di alluvioni e siccità. A favorirli i gas serra. L'esperto ha detto: 'L'energia in gioco cresce sempre più velocemente perché i gas serra sono una coperta termica che trattiene il calore. Questo calore viene assorbito dal mare e scambiato con l'atmosfera: quest'anno le acque del Mediterraneo hanno viaggiato su valori 6 gradi sopra la media. Un'anomalia che innesca altre anomalie, anche anomalie che ci toccano da vicino. In Italia fino agli anni Novanta avevamo un'intensità di piogge che arrivava a 40 millimetri nell'arco di due o tre ore. Oggi siamo a 80 - 100 millimetri, con punte sempre più frequenti che superano i 250 millimetri: una cascata d'acqua che basta niente a trasformare in alluvione'.

A quanto pare, se non verranno prese al più presto misure adeguate questo quadro è destinato a peggiorare e l'incredibile aumento delle temperature registratosi negli ultimi due decenni non potrà far altro che accrescere ulteriormente. E quello che sta accadendo in questi giorni nel mondo rende ancora più evidente il caos climatico. Le piogge torrenziali che stanno affliggendo l'Europa, gli incendi in Russia, i monsoni in Asia, le inondazioni in Pakistan. Quando il mondo politico deciderà un vero e responsabile intervento?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017