Excite

Clinica Santa Rita, Brega Massona resta in carcere

Sul primario di chirurgia toracica della clinica Santa Rita, Pierpaolo Brega Massone, pendono ora le accuse di lesioni gravissime e truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale. Secondo i giudici del Tribunale del Riesame di Milano, che lo hanno scarcerato formalmente per il reato di omicidio volontario, il medico deve rimanere in carcere per pericolo di inquinamento probatorio e reiterazione del reato. Gli avvocati di Brega Massone avevano chiesto la revoca della custodia cautelare in carcere.

I giudici del Tribunale del Riesame hanno deciso di annullare il provvedimento in merito ai cinque casi di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà in quanto non sarebbe stato dimostrato il nesso di causalità tra gli interventi eseguiti dal primario della clinica Santa Rita e la morte di cinque pazienti da lui operati. Gli interventi, quindi, sarebbero stati inutili più che mortali. "L'inopportunità dell'intervento chirurgico - hanno scritto i giudici - anche per il connesso aumento delle sofferenze (inutili sotto il profilo dell'adeguata ponderazione costi/benefici) per il paziente quale ampiamente rilevata dai consulenti, è cosa assolutamente altra dall'essere l'intervento chirurgico (di cui neppure si evidenziano imperfezioni o anomalie nell'esecuzione) causa in concreto (...) della morte del paziente stesso".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016