Excite

Coca nasi e chirurgia

Sniffo dunque mi rifaccio. L'allarme è stato lanciato da FeDerSerD (Federazione degli Operatori Pubblici delle Dipendenze) durante un congresso a Sorrento. In Italia sta crescendo in maniera esponenziale il ricorso alla chirurgia plastica per rifarsi il setto nasale distrutto dalla cocaina. Fino a poco tempo fa il fenomeno era molto piu' ridotto: solo uno su cento cocainomani ricorreva a questo tipo di intervento e si trattava per lo piu' di gente del mondo dello spettacolo o grandi manager. Pochissime le donne. Oggi il fenomeno si è ampliato in modo impressionante tanto che cliniche private e ospedali hanno dovuto creare delle vere e proprie liste di attesa. Cinque mesi in lista e diecimila euro per effettuare l'operazione in clinica privata mentre in ospedale l'intervento è gratis ma si attende fino ad un anno e mezzo. E' sicuramente aumentato il numero delle donne ed anche cambiata la provenienza sociale dei richiedenti: oggi non sono piu' ricchi e benestanti come un tempo ma appartengono a tutti i ceti sociali.

"Si sniffa cocaina" dice Claudio Leonardi, coordinatore del Comitato Scientifico della FeDerSerD "si vede il naso danneggiato con grande difficolta' nella respirazione, si va dal chirurgo plastico per un intervento in una struttura privata, si paga una forte somma, si soffre un po' e poi se non si e' imparata la lezione e non ci si e' curati, si torna a sniffare". "E' un problema grave e in aumento" aggiunge Leonardi "ed e' un fenomeno che vediamo bene parlando con i tossicodipendenti nei Servizi. La situazione e' ancor piu' grave se si pensa che sono costretti alla ricostruzione del naso anche tanti giovanissimi, nei quali le mucose e la cartilagine sono piu' delicate. Non ci sono remore nel farsi vedere in giro con il naso rifatto perche' all'esterno non c'e' alcun segno". Si tratta di una vera e propria patologia, spiega il professor Gaetano Paludetti, direttore dell'Istituto di clinica otorinolaringoiatrica del policlinico Gemelli: il naso del cocainomane è gravemente compromesso dalla carenza di circolazione sanguigna che manda in necrosi i tessuti e l'operazione chirurgica prima o poi è inevitabile.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016