Excite

Coinquilina fermata per l'omicidio di Meredith

E' arrivata la svolta nelle indagini sull'assasinio di Meredith Kercher, 22enne inglese uccisa a Perugia nella notte del 1° novembre. Oggi all'alba la squadra mobile della Procura ha fermato tre persone.

Accusati di concorso in omicidio e concorso in violenza sessuale, i tre fermati sono la 20enne Amanda Marie Knox (guarda la sua foto), coinquilina americana di Meredith, Raffaele Sollecito, italiano fidanzato dell'americana e Lumumba Diya, detto Patrick, 37enne cittadino congolese che dal 1998 lavora regolarmente in Italia (ecco la foto del fermo). Qui la foto della casa della vittima.

Non sono ancora chiare le singole responsabilità dei tre, ma i magistrati di Perugia hanno parlato di "intenti di sopraffazione sessuale da parte dei presunti colpevoli nei confronti della vittima". Meredith (guarda le foto della ragazza da lei pubblicate su Facebook), che non avrebbe né bevuto né assunto sostanze stupefacenti, si sarebbe ribellata subendo poi il fatale taglio alla gola, fatto con un coltello che però non è ancora stato ritrovato.

Non ci sono altri indagati, ma pare proprio che l'indagine si possa ritenere quasi chiusa. A cedere per prima è stata la coinquilina americana, che avrebbe tentato di ripulire la casa.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016