Excite

Colleen Burns, dichiarata morta si risveglia prima dell'espianto degli organi: poi muore suicida

  • Getty Images

Non è la prima volta che una persona data per morta si risveglia a poche ore dalla dichiarazione del decesso. Era accaduto qualche mese fa in Zimbawe, quando un uomo si era improvvisamente rianimato durante il suo funerale. Un'altra incredibile storia di questo tipo è accaduta ad una donna di Syracuse, nello stato di New York.

I fatti risalgono al 2009, quando Colleen Burns era stata dichiarata morta a causa di un’overdose di farmaci: il risveglio è avvenuto quando i medici del St. Joseph’s Hospital Health Center, come racconta il New York Post, erano in procinto di prelevare i suoi organi. La donna, 41 anni e madre di 3 figli, ha aperto gli occhi in sala operatoria tra lo stupore dei medici che si apprestavano ad effettuare l'espianto degli organi.

Come sia potuto accadere? Il Dipartimento della salute dello Stato di New York ha sanzionato l’ospedale contestando le procedure adottate e ritenendole inaccettabili. Secondo l'agenzia federale, che ha comminato una multa di 6.000 dollari, la struttura "non ha effettuato un controllo approfondito ed accurato, senza analizzare in maniera adeguata i possibili segni di miglioramento delle sue funzioni neurologiche". La mancata attuazione del giusto protocollo ha fatto sì che i medici considerassero morta una persona in coma: "L’overdose di farmaci aveva fatto sì che Burns cadesse in un coma profondo, mentre il personale ospedaliero riteneva che avesse subito danni irreversibili al cervello tali da procedere all’espianto degli organi".

Ma la sconcertante storia di questa donna che si è risvegliata ad un passo dall'espianto degli organi non ha comunque trovato un lieto fine. Dimessa dall'ospedale dopo due settimane, Colleen Burns si è suicidata circa un anno e mezzo dopo, nel gennaio 2011, a causa di una forte depressione. Un epilogo che secondo la famiglia della donna, come spiegato dalla madre Lucille Kuss, non è dovuto ai fatti del 2009, ma allo stato depressivo profondo in cui versava la Burns. La famiglia ha deciso per questo di non citare in giudizio l’ospedale per aver quasi ucciso la donna: "Erano scioccati. È stata una sorpresa anche per loro" ha dichiarato la madre ricordando la reazione dei medici di fronte al risveglio inatteso della figlia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017