Excite

Conclave 2013: patto segreto tra i Cardinali? Le quote dei bookmakers

  • Getty Images

"Non sono più pontefice sommo della Chiesa cattolica, sono semplicemente un pellegrino che inizia l'ultima tappa del suo pellegrinaggio su questa Terra": con queste parole Joseph Ratzinger ha salutato i fedeli prima di ritirarsi nelle stanze di Castel Gandolfo e lasciare vacante la sede del Papato. Dalle 20 del 28 febbraio 2013 le dimissioni di Papa Benedetto XVI sono diventate operative e la guida del Pontificato resta momentaneamente affidata al cardinal Tarcisio Bertone.

Benedetto XVI lascia il Vaticano per Castel Gandolfo

Intanto fervono i preparativi per l'avvio del Conclave che dovrà eleggere il nuovo Papa, assumendosi la responsabilità di rispondere a quell'esigenza di rinnovamento invocata da Benedetto XVI e alla base del suo "gran rifiuto". Stretta tra gli scandali Vatileaks, pedofilia e Ior, in preda ad una guerra interna tra lobby e fazioni (secondo quanto rivelerebbe il dossier segreto consegnato a Papa Ratzinger pochi mesi prima delle sue dimissioni), la Curia Romana muoverà i prossimi passi sotto lo sguardo attento dei media di tutto il mondo. E in attesa che si decida la data esatta del Conclave, iniziano i primi pronostici sui papabili.

Papa Benedetto XVI verso Castel Gandolfo: su Twitter saluta i fedeli

Secondo indiscrezioni di stampa rilanciate dal quotidiano Il Giorno, l'importanza e la delicatezza del prossimo Conclave avrebbero indotto due fazioni interne alla Curia a stipulare una sorta di accordo, un patto segreto per garantire nei prossimi anni una guida certa in Vaticano e un clima di serenità che non sia minato dagli scandali. L'obiettivo è quello di evitare scontri sui nomi dei candidati, per questo il partito dei cardinali romani e quello dei cardinali di Stati Uniti ed Europa centrale si sarebbero accordati almeno sui nomi da escludere. Uno su tutti, quello del cardinale Schoenborg, da sempre avversario di Angelo Sodano, curiale per eccellenza. Probabile anche le due fazioni decidano di dividersi il soglio petrino e la poltrona di segretario di Stato, onde evitare tensioni dentro e fuori dal Conclave: un'ipotesi, ancora tutta da valutare, sarebbe quella che vede come Papa Odilo Pedro Scherer, pastore di San Paolo, e come braccio destro l'ortodosso Mario Piacenza.

Intanto i bookmakers inglesi si scatenano con le scommesse sulla fumata bianca per il successore di Ratzinger: tra i primi tre papabili che hanno più possibilità di essere eletti, figurano ben due italiani ed un cardinale di colore. Si tratta di Angelo Scola, arcivescovo di Milano e già Patriarca di Venezia (dato a quota 4,00), il ghanese Peter Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio "Giustizia e Pace", già Arcivescovo di Cape Coas (4,00) e il segretario di Stato Tarcisio Bertone (5,00). Meno chances avrebbero gli altri papabili italiani: Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova Presidente della CEI (10,00) e Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura (13,00).

La convocazione del Conclave potrebbe avvenire prima del previsto: sono partite oggi le lettere del cardinale Sodano per la convocazione dei porporati, lunedì 4 marzo, alle Congregazioni generali pre-Conclave. Già nella giornata di oggi 1 marzo, sono però previste nell'Aula del Sinodo le prime consultazioni informali tra i cardinali già convenuti a Roma: sembra quindi sempre più probabile che il Conclave si apra il prossimo 11 marzo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017