Excite

Concorso scuola, prove scritte: nuove date dopo il rinvio e informazioni sui test al via

  • Getty Images

Dopo il rinvio per il maltempo delle prime due giornate (11 e 12 febbraio) del secondo step del concorso scuola 2012/2013 e la comunicazione del recupero delle prove in coda al calendario previsto dalla Gazzetta Ufficiale, il Miur oggi ha pubblicato sul proprio sito una nota nella quale ha specificato le nuove date e le modalità per lo svolgimento degli scritti saltati.

Concorso scuola 2012/2013: tutte le notizie

Nella breve comunicazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca si legge dunque che "le prove del concorso per insegnanti rinviate a causa del maltempo" si svolgeranno "il 28 febbraio e il 1 marzo 2013" nelle sedi "già individuate dagli Uffici Scolastici Regionali", secondo un calendario che prevede: "giovedì 28 febbraio 2013, mattina: Infanzia – pomeriggio: A017 (Discipline economico - aziendali); venerdì 1 marzo, mattina: Primaria – pomeriggio: A033 (Tecnologia)". Per tutte le altre prove, cioè quelle a partire da domani, 13 febbraio, invece "resta confermato il calendario" comunicato in precedenza.

I candidati che non sono stati 'stoppati' da Big Snow, dunque, si accingono ad affrontare il secondo step del maxi-concorso per docenti voluto dal ministro Profumo, che prevede lo svolgimento di tre tracce per le materie scientifiche e tecnico-pratiche (per le quali è prevista un'ulteriore prova di laboratorio) e di quattro per tutte le altre. Il tempo a disposizione dei candidati è di 2 ore nel primo caso e di 2 ore e 30 minuti nel secondo.

Per rispondere alle domande ai partecipanti sarà consegnato un foglio di 4 facciate prestampate con i quesiti e saranno altresì messi a disposizione dei fogli bianchi per l'eventuale brutta, che tuttavia non dovrà essere consegnata insieme al plico 'ufficiale'. A ogni domanda svolta verrà attribuito un punteggio intero da 0 a 10, pertanto la votazione massima sarà 30 o 40 a seconda delle classi di concorso, mentre il minimo per essere ammessi all'orale è fissato a 21/30 e a 28/40. Per valutare gli elaborati le commissioni terranno conto di criteri stabiliti a livello nazionale, quali pertinenza, correttezza linguistica, completezza e originalità, ed altri eventuali parametri specifici, diversi in relazione alle aree disciplinari.

A tutti i candidati sarà consentito l'uso del dizionario della lingua italiana, mentre in base alle specifiche classi di concorso verrà concesso di tenere dizionario monolingue non enciclopedico, dizionario italiano/latino, dizionario italiano/greco, codici e testi di legge non commentati e non annotati, riga, squadra, gomma, matita, compasso. Vietate infine le calcolatrici, a parte per alcune discipline.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017