Excite

Corey Griffin, co-fondatore dell'Ice Bucket Challenge, muore annegato: sorte beffarda per l'ideatore della campagna

  • Facebook

Non poteva esserci morte più beffarda per Corey Griffin, co-fondatore del fenomeno virale dell'Ice Bucket Challange, ovvero la doccia gelata con annessa nomination usata come campagna di sensibilizzazione alla lotta contro la Sla. Paradossalmente, Griffin è morto annegato dopo un tuffo in Massachussets.

Matteo Renzi accetta la sfida della doccia gelata contro la SLA: su Twitter esplode #RenziNomina

Mentre il mondo intero si sfida con secchiate d'acqua gelata sfidando altre persone a fare lo stesso, il 27enne è rimasto vittima di un incidente subacqueo, durante le vacanze nella nota località di Nantucket.

Corey Griffin era un intimo amico di Pete Frates, 29enne cui è stata diagnosticata la SLA nel 2012 e i cui cari hanno lanciato il primo secchio d'acqua ghiacciato come provocazione per lanciare la raccolta fondi a favore della ricerca e sensibilizzazione l'opinione pubblica sul tema delle malattie neurodegenerative. Griffin ha aiutato il pioniere della ALS Ice Bucket Challenge a diffondere l'iniziativa, che è diventata virale in poche settimane raccogliendo oltre 42 milioni di dollari in meno di un mese sul sito dell'americana ALS Association.

Ice Bucket Challenge: le star di Hollywood sfidano il ghiaccio contro la SLA, ecco i video

Negli ultimi 20 giorni sui social network la campagna dell'Ice Bucket Challenge è diventata un tormentone mondiale, che ha coinvolto grandi nomi come Bill Gates e Mark Zuckerberg, trovando la sua massima popolarità nel momento in cui le grandi celebrità di Hollywood e le popstar del calibro di Lady Gaga, Katy Perry, Shakira e Justin Timberlake hanno cominciato a sfidarsi a vicenda a suon di gavettoni. Anche l'Italia non si è fatta mancare i suoi gavettoni celebri, con il premier Matteo Renzi che ha annunciato la sua adesione dopo aver ricevuto le nomination di Fiorello e di altri personaggi dello showbusiness.

Per una macabra ironia della sorte, mentre la sfida alle secchiate d'acqua fredda benefiche si diffondeva nel mondo arrivando anche in Italia, il suo co-fondatore ha perso la vita proprio in acqua. Secondo il Boston Globe, Griffin è affondato dopo un tuffo da un edificio al molo di Nantucket. Secondo quanto riportato dal quotidiano, l'uomo è stato dichiarato morto alle 3 del mattino: "È risalito in superficie, ma poi è annegato e non è più riemerso". Si stima che grazie alla sua attività abbia contribuito a raccogliere 100.000 dollari per la ricerca sulla SLA. Secondo la CBS Boston, Corey lascia i gentori, un fratello e una sorella.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017