Excite

Costa Concordia, da lunedì via ai lavori. Resterà al Giglio fino alla primavera, l'operazione costerà 600 milioni

  • Corriere.it

Tra quattro giorni inizieranno i lavori per riportare in posizione verticale la Costa Concordia. Un’operazione sicuramente difficile come ammette lo stesso Franco Gabrielli, Commissario per l’emergenza, che nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina all'Isola del Giglio ha spiegato: “Il progetto ha raggiunto il 76% della sua realizzazione, è stato scelto con i criteri e i metodi più specializzati del settore. I Piani B sono soltanto la gestione delle criticità, che affronteremo in una fase successiva”. Per riportare alla posizione naturale la nave che naufragò il 13 gennaio dello scorso anno i lavori saranno decisi giorno per giorno valutando ovviamente anche le condizioni meteo.

Processo Costa Concordia, condannati in cinque. Schettino resta unico imputato

La rotazione inizierà quindi lunedì 16 settembre a partire dalle 6 del mattino, l’obiettivo è la messa in sicurezza anche se la nave resterà al Giglio almeno fino alla prossima primavera: “Era necessario fare questo lavoro adesso, già la prossima primavera sarebbe stato un problema più grosso. Non è possibile sapere quale parte della nave rimarrà ancora in piedi visto che è appoggiata su un lato" ha continuato Gabrielli. L’operazione avrà un costo importante che si aggira intorno a i 600 milioni di euro, mai in precendenza è stata realizzata una operazione simile: “E' una operazione straordinaria, non perchè non è mai stato fatto un raddrizzamento della nave, ma mai fatto con una nave così grande. Per questo abbiamo costruito un fondale artificiale. Abbiamo cercato di minimizzare l’impatto sull’ambiente della nave, ci lavorano 500 persone che vengono da 24 nazionalità.”

Costa Concordia: dall'incidente al processo. Tutte le notizie

Ci sono voluti ben quattordici mesi per progettare e realizzare 30 mila tonnellatati di acciaio che servirà come una sorta di materasso di cemento dove la nave potrà appoggiarsi al momento del tiraggio per arrivare alla rotazione. L’operazione prevede tre fasi, la prima è quella del distaccamento dalla roccia e il tiraggio durerà tra le dieci e le dodici ore.

“E' già stata aspirata una grandissima quantità di acqua contaminata interna alla nave. Ma anche quando la nave ruoterà ci saranno inevitabili sversamenti di materiali liquidi e solidi: per questo la zona sarà circondata da panni assorbenti", ha detto Maria Sargentini, presidente dell'Osservatorio per il monitoraggio della rimozione della Costa Concordia. Il problema principale potrebbe essere rappresentato dal cattivo tempo che creerebbe più di un problema.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017