Excite

Costa Concordia, ritrovati 5 cadaveri

  • Infophoto

Come era prevedibile i 5 corpi che mancavano all'appello dei dispersi di quel terribile 13 gennaio erano tra lo scafo sommerso della Costa Concordia e il fondale. Non si sa ancora chi siano, i cadaveri sono ovviamente irriconoscibili. Adesso resta da trovare altri due passeggeri a bordo quella notte.

I 5 passeggeri ritrovati sono stati localizzati dai sommozzatori della Guardia Costiera grazie ad un robotino subacqueo mandato sotto in perlustrazione, che ha permesso di individuare i corpi. Le persone decedute sono rimaste intrappolate quando la Costa Concordia si è piegata di colpo. Dopo il ritrovamento il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli ha voluto spendere parole di plauso nei confronti dei soccorritori: "Gettano il cuore oltre l'ostacolo pur di restituire un corpo ai congiunti. Ogni volta è qualcosa che ci prende dentro: accade a noi, figuriamoci a chi si immerge. Il grazie a loro non sarà mai sufficiente".

Salgono così a 30 le vittime del naufragio della nave. Tutti i parenti delle sette persone disperse sono stati avvisati. La compagnia Costa ha fatto sapere, nella conferenza stampa organizzata insieme a Gabrielli, che intende portare via la nave per intero. Il direttore generale di Costa Crociere Gianni Onorato, ha assicurato: "La Concordia sarà rimossa intera. Al momento è in corso l'analisi dei progetti. La scelta dell'azienda che riceverà l'incarico è prevista per il mese di aprile. Si potrà dare il via ai lavori a partire dal mese di maggio e la durata delle operazioni di rimozione durerà dai 9 ai 12 mesi".

La Costa dovrà scelgiere il progetto per la rimozione entro metà aprile, a seguire partiranno le operazioni di "caretaking", custodia e sorveglianza, che saranno sempre curate dagli uomini della Neri/Smit Salvage. Il tutto durerà circa due mesi. Almeno l'incubo del disastro ambientale è lontano. Proprio ieri infatti sono terminate le operazioni di "defueling",aspirazione del carburante: la nave è finalmente vuota.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017