Excite

Costa Smeralda, bimba macchia tovaglia e ristorante aggiunge 16 euro al conto. Il titolare: "Era di lino"

  • Twitter @salernorss

Un conto salato per punire i clienti indisciplinati, con una voce “ad hoc” relativa alla tovaglia sporcata dalla bimba durante la cena: questa la discutibile iniziativa del titolare di un ristorante della Costa Smeralda, finito al centro delle cronache in queste ore dopo la notizia pubblicata dal quotidiano "La Stampa".

Follia al McDrive, violenta rissa tra ragazze: guarda il video

Sul banco degli imputati, l’esercente del “Barracuda” di Baja Sardinia Giuseppe Di Natale, accusato dagli ospiti del locale situato nell’area a maggiore vocazione turistica della Sardegna di aver chiesto un ingiustificabile “surplus” di prezzo alla famiglia di villeggianti romani con l’aggiunta di un’apposita voce (siglata con la formula “rep 02”) sullo scontrino.

Le polemiche seguite alla rivelazione dell’episodio sui giornali e in rete hanno costretto il ristoratore della Costa Smeralda a fornire in fretta e furia una versione alternativa dei fatti, che in realtà sembra correggere solo in minima parte la sostanza del discorso: “La tovaglia macchiata dalla bambina era di lino e abbiamo trovato anche tracce di pennarello oltre che di sugo” sostiene Di Natale, come si legge nel reportage del giornalista Nicola Pinna da Baja Sardinia.

(Un'app per controllare e condividere il conto del ristorante: guarda il video)

Più della spesa totale, senza nulla togliere alla qualità dei piatti serviti dal ristorante “sui quali non c’è nulla da dire”, a mandare su tutte le furie i coniugi Desidera hanno contestato, seguiti a ruota da un numero crescente di clienti e utenti della rete scandalizzati per l’accaduto, la mancanza di spiegazioni all’aggiunta a sorpresa dei 15 euro e 90 centesimi, “cifra spropositata”, al conto finale del noto locale turistico della Costa Smeralda.

“Può succedere che una bimba sporchi tovaglia e tovaglioli a cena” ha argomentato polemicamente il padre della piccola finita “sotto accusa”, “ma quella richiesta ci pare una follia”, aggiungendo infine che i pennarelli citati dal proprietario del Barracuda come causa delle macchie erano stati forniti dal personale del ristorante nel corso della serata.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017