Excite

Cuccioli venduti sulla spiaggia, il caso

  • Foto:
  • ©LaPresse

Sulla spiaggia libera di Voltri, nel ponente di Genova, ai turisti di passaggio vengono venduti dei cuccioli di cane. Il prezzo per loro è di 100 euro. Non più solo teli da mare, abitini, costumi, bracciali e braccialetti. Ora il business della spiaggia è rappresentato da cuccioli di appena venti, venticinque giorni. La storia è stata raccontata dal quotidiano Il Corriere della Sera.

Giovedì scorso i carabinieri hanno fermato una coppia di rumeni, un uomo di trentasei anni e una ragazza di ventitrè, intenti a vendere sulla spiaggia i cuccioletti. A chi si mostrava incuriosito la donna diceva: 'Li vendo a cento euro l'uno, scegli tu quale. Sono di razza. Nel negozio li paghi più di duecento euro'.

Alcuni ragazzi hanno così deciso di chiamre i carabinieri, che sono intervenuti insieme alle guardie zoofile. I cuccioli sono stati sequestrati e ricoverati nel canile comunale; mentre i due sono stati fermati ed identificati. Ma dopo appena due giorni la coppia si è spostata sulla spiaggia di Cogoleto dove si è messa a vendere altri cagnolini. Fermati dai carabinieri i due rumeni hanno detto che i cuccioli sono di loro proprietà e che li vendono perché non hanno lavoro e devono 'pur mangiare'.

A quanto pare i poveri cuccioli in vendita vengono dall'Est, dalla Romania. Tolti troppo presto alle madri, arrivano in Italia viaggiando nascosti in un borsone. Chi sopravvive finisce sulla spiaggia, meglio se libera, per essere venduto, chi non riesce a superare il viaggio finisce invece nella spazzatura. Una delle guardie zoofile ha spiegato a Il Corriere della Sera che chi compra i cagnolini lo fa più per pietà verso gli animali, pensando di salvarli, che per l'idea di concludere un affare, ma ha sottolineato che comprarli è un errore perché si incoraggia questo commercio. La guardia zoofila ha poi fatto sapere che sono state trovate diverse fattrici in alcuni appartamenti del centro storico o nelle baracche dei campi abusivi, bestiole che quando non servono più per la riproduzione vengono abbandonate.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017