Excite

D'Alema contro Madonna

Ieri è stata la giornata delle polemiche sull'adozione da parte della pop star Madonna, di un bambino del Malawi, e soprattutto sui metodi poco ortodossi per il raggiungimento dell'obiettivo.
Sembra infatti che per aggirare tutte le questioni burocratiche, il bambino sia stato prelevato da un assistente della cantante e portato direttamente a Londra (Le foto).

La notizia ha fatto il giro del mondo fino ad arrivare alle orecchie del nostro ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, che si è scagliato contro la cantante commentando l'avvenuto.
Il tema delle adozioni internazionali è una questione delicata che deve essere regolata, non solo nei confronti dell'Africa, ha detto D'Alema, che ha fatto riferimento anche all'episodio della bambina bielorussa.
Abbiamo vissuto una vicenda molto complicata e delicata nel rapporto con la Bielorussia. Sono questioni delicate e hanno aspetti umani che non si possono sottovalutare, ma credo che si debba rispettare anche queste nazioni: il rapimento non è la forma più brillante di adozione. Non è previsto dal diritto internazionale.

Una sola voce sembra per il momento uscire dal coro di tutti quelli che condannano Madonna. Si tratta di Monica Bellucci, che ieri durante la conferenza stampa del film "Le Council de Pierre" alla festa del cinema di Roma, ha detto:
I modi di Madonna sono forse stati irriverenti, ma quel ragazzino starà sicuramente meglio con lei che in Malawi. Il fatto è che in queste cose non c'è giustizia. Specialmente per i bambini.
Chi può dire chi ha ragione?

In ogni caso arriva oggi la replica da parte della cantante che assicura di aver agito nel rispetto della legge prendendo in custodia il bambino.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016