Excite

Dan Brown, secondo Avvenire "The Lost Symbol" è filo-massonico

Il nuovo romanzo dello scrittore Dan Brown, "The Lost Symbol", non è piaciuto affatto al quotidiano dei vescovi Avvenire. Con un titolo piuttosto evocativo, "Dan Brown ai piedi della massoneria", il quotidiano ha letteralmente stroncato il romanzo dell'autore de "Il Codice Da Vinci" e di "Angeli e Demoni".

"The Lost Symbol" ("Il simbolo perduto") è ambientato nella Washington della massoneria di cui ne racconta i misteri. Sul quotidiano dei vescovi si legge: "Il libro non è certo antimassonico come era anticristiano e contro la Chiesa il discusso 'Codice Da Vinci'. Nell'ultimo romanzo, Brown appare sin troppo indulgente nella descrizione della loggia segreta e dei suoi misteri".

Nella sua recensione lo storico delle religioni e dei nuovi culti Massimo Introvigne ha affermato: "Per lo scrittore il fondo gnostico-massonico dell'ethos americano è un fatto positivo". Cosa inacettabile per il Vaticano. "Dopo essersela presa con la Chiesa nel 'Codice Da Vinci' stavolta Brown se la prende con la massoneria? Non è proprio così - ha poi scritto Introvigne - Certo, Brown è sempre Brown, uno scrittore che nessuno ha mai accusato di fare serie ricerche storiche prima di scrivere i suoi libri. Pertanto in tema di rito scozzese, piramidi, cerimonie massoniche, architetture e urbanistica di Washington che sarebbero una mappa predisposta dalla massoneria, per non parlare delle strabilianti pretese New Age della noetica, lo specialista trova senza difficoltà le consuete sciocchezze".

Insomma il quotidiano dei vescovi è certo nell'affermare che se "Il Codice Da Vinci" era un libro anticattolico e anticristiano, "The Lost Symbol" non è certo antimassonico. "Certamente i massoni lamenteranno qualche imprecisione e esagerazione - ha scritto Introvigne - Ma qui la massoneria, a differenza dell'Opus Dei nel 'Codice Da Vinci' o della Chiesa nemica della scienza nel romanzo 'Angeli e Demoni', non è 'il cattivo'. Mentre sparare sulla Chiesa è considerato, negli ambienti che frequenta Dan Brown, politicamente corretto, si ha la sensazione che quando deve trattare della massoneria lo scrittore proceda con cautela e scriva dopo avere infilato la mano in un bel guanto di velluto. Brown, così, scherza coi santi e lascia stare i fanti".

Il nuovo romanzo di Dan Brown è uscito solo da pochi giorni, ma ha già riscosso un grande successo. Solo nel giorno del suo arrivo nelle librerie "The Lost Symbol" ha venduto un milione di copie. Secondo il sito Amazon e Barnes & Noble si tratta del miglior risultato di sempre, nel primo giorno di vendite, per un romanzo per adulti.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016