Excite

De Pedis, tomba riaperta a Sant'Apollinare

  • Infophoto

E' iniziata questa mattina alle 9, ed è ancora in corso, l'apertura della tomba di Enrico De Pedis nella basilica di Sant'Apollinare a Roma, nell'ambito dell'indagine sulla scomparsa di Emanuela Orlandi. All'ispezione del sepolcro del boss della banda della Magliana, sono presenti il padre e il fratello di Emanuela Orlandi, i legali della famiglia e gli avvocati di "Renatino".

Pietro Orlandi si è detto scettico sul ritrovamento della giovane sparita 29 anni fa: "Non credo e soprattutto non mi auguro che lì dentro ci sia Emanuela. E'comunque un passo importante. E' l'inizio di una collaborazione tra Vaticano e magistratura nella massima trasparenza mi auguro: siamo favorevoli a tutto ciò che può fare chiarezza".

A Sant'Apollinare sono arrivati anche il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, il capo della squadra mobile di Roma Vittorio Rizzi e un pool di agenti della polizia scientifica. A pochi metri dalla chiesa è arrivato anche un furgone dei servizi funebri su cui verrano trasportati i resti del boss per condurli all'istituto di Medicina legale della Sapienza per gli accertamenti ed il test del Dna. Sembra anche che siano appena arrivati i marmisti che apriranno la tomba.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017