Excite

Delitto Perugia, attesa per oggi la sentenza d'appello

  • LaPresse

Questa mattina l'americana Amanda Knox e il suo allora fidanzato italiano Raffaele Sollecito tornano davanti ai giudici. Va in scena oggi, infatti, l'ultimo atto del processo d'appello per l'omicidio della studentessa britannica Meredith Kercher uccisa il primo novembre del 2007.

Tutto sul delitto di Perugia

Delitto Perugia - i video

Omicidio Meredith, Amanda Knox in tribunale

Amanda Knox e Raffaele Sollecito, shopping al negozio di lingerie

I due imputati, la Knox e Sollecito, sono stati condannati in primo grado a 26 e 25 anni di reclusione (leggi la notizia). Oggi i due si dovrebbero rivolgere ai giudici togati e a quelli popolari della Corte d'Assise d'appello di Perugia per le loro dichiarazioni spontanee, dopodiché la Corte dovrebbe entrare in camera di consiglio per la sentenza, attesa per la tarda serata o la notte. In aula saranno presenti anche i familiari di Meredith.

Per l'occasione Perugia è stata letteralmente presa d'assalto dai media, presenti soprattutto i maggiori network inglesi e americani. E sono oltre 400 i giornalisti che hanno chiesto di seguire il processo. Sotto i riflettori, in particolar modo, l'americana Knox, che dalla sua parte vede schierati la maggior parte del pubblico Usa e dei grandi network d'oltreoceano.

Secondo molti la sentenza della Corte d'assise d'appello per un secondo grado potrebbe riservare delle sorprese, in particolar modo dopo la guerra di perizie in seguito alla quale la posizione dei due imputati sembra essersi alleggerita. Ci sono voci che parlano di assoluzione. Maria Del Grosso, legale della Knox, facendo riferimento allo stato d'animo della sua assistita ha detto: 'E' agitata, in attesa, ma certamente è anche speranzosa'. Mentre uno dei legali di Sollecito, Donatella Donati, ha detto che Raffaele 'è spaventato perché si decide il suo destino e ha paura di rivivere quanto successo in primo grado'.

Le voci di una possibile assoluzione hanno scatenato la dura reazione della madre di Meredith, Arline Kercher, che ha detto: 'Siamo esterrefatte dal tam tam mediatico per l'assoluzione dei due imputati. Chiediamo un totale silenzio stampa per il rispetto della Corte e della loro decisione. I giudici del primo grado hanno lavorato bene e ciò ci rende fiduciosi in quelli della Corte d'appello'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014