Excite

Strage Denver: il killer James Holmes davanti ai giudici

  • Infophoto

Strage di Denver, aggiornamenti: in attesa che l'autore James Holmes compaia in tribunale per la prima udienza (accadrà oggi, 23 luglio, alle 16.30 ora italiana), il presidente Usa Barack Obama ha incontrato i parenti delle vittime e i superstiti. "Sono venuto da loro - ha spiegato ai giornalisti, visibilmente commosso e trattenendo a fatica le lacrime - non tanto da Presidente ma come un padre e un marito". Nella cittadina di Aurora, Obama ha partecipato anche a una veglia commemorativa sottolineando i tanti gesti eroici compiuti dinanzi a questo "atto malvagio" e assicurando che il colpevole "sentirà la piena forza del sistema giudiziario americano". Una minaccia? Sì, una sacrosanta minaccia. Obama, ancora, ha voluto sottolineare come col tempo l'attenzione per la sua figura "svanirà" e "ciò che sarà ricordato sono le persone buone colpite da questa tragedia": occorre, dunque, coltivare il bisogno di giustizia.

Strage di Denver, parla un testimone: il video

Holmes ha compiuto il folle gesto nel cinema di Aurora mentre veniva proiettata la prima del nuovo film di Batman; le forze dell'ordine ieri hanno smentito la presenza di un complice: "Numerose informazioni imprecise e non confermate circolano tra i media, evocando un secondo sospetto. Un conoscente di Holmes è stato interrogato ieri sera, ma non c’è alcuna ragione per pensare che sia implicato in questa vicenda", ha dichiarato Daniel Oates, capo della polizia di Aurora. Intanto, dopo aver bonificato l'appartamento del 24enne, disseminato di trappole esplosive, gli inquirenti hanno trovato il suo computer e naturalmente ne sono entrati in possesso. La speranza è quella di scoprire ulteriori particolari riguardanti la preparazione del massacro che ha causato la morte di 12 persone: altre 58 sono rimaste ferite e 11 risultano in condizioni gravissime.

E poteva anche andare peggio, molto peggio. Perché il fucile mitragliatore utilizzato dal giovane killer - fortuna nella disgrazia - si è inceppato, dunque lui è stato "costretto" a utilizzare armi più leggere. Holmes si trova in regime di isolamento per la sua stessa incolumità. Per il lungo processo che sta per avere inizio, rischia la pena di morte.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017