Excite

Depressione, i 40 anni sono un'età a rischio

L'età in cui è maggiore il rischio di cadere nella depressione sono i 40 anni. A sostenerlo è uno studio condotto da Andrew Oswald dell'Università inglese di Warwick e David Blanchflower del Dartmouth College negli Stati Uniti. Gli esperti dopo aver raccolto dati su oltre 2 milioni di persone in 80 Paesi del mondo, dall'Albania allo Zimbabwe, sono arrivati a sostenere che la felicità segue un andamento a 'U'.

Secondo lo studio il benessere psichico ha un picco positivo in giovane età, poi cala fino a un minimo intorno ai 40 anni, per poi reimpennarsi in età avanzata. La cosa opposta avviene per la depressione che, invece, avrebbe il suo picco massimo proprio intorno ai 40-44 anni. "Alcune persone soffrono più di altre ma l'effetto accomuna tutti - ha fatto sapere Oswald - single e sposati, uomini e donne, ricchi e poveri, con o senza figli; nessuno sa perché questo dato appare così costante. Qualcosa avviene di misteriosamente profondo dentro di noi e solo dopo i 50 le persone cominciano a riemergere da questo periodo cupo".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016