Excite

Di Cataldo-Millacci, nuove accuse contro il cantante. Testimoni confermano: "Ha picchiato Laura"

  • Facebook

Si complica (ancora) la trama della brutta storia che vede coinvolti Massimo Di Cataldo e l'ex compagna - oltre che mamma di sua figlia Rosalù - Anna Laura Millacci: secondo quanto riporta Il Messaggero, infatti, al faldone del pm titolare dell'inchiesta, Eugenio Albamonte, si sono aggiunti gli interrogatori di alcuni amici e conoscenti della donna, che l'avrebbero vista il giorno del pestaggio, confermando che ne portava i segni sul volto.

Il caso Massimo Di Cataldo - Anna Laura Millacci: tutte le notizie

"Piangeva e aveva dei lividi sul viso", hanno raccontato i nuovi testimoni, aggiungendo: "Sappiamo che per partecipare a un party la sera è poi ricorsa a trucco e cerone per coprire i segni", dove il party in questione è quello organizzato dal pittore Riccardo Natili al ristorante La Villa di Roma, servito invece a Di Cataldo e ai suoi legali per smontare le accuse di Anna Laura. Una foto scattata alla festa, acquisita e depositata agli atti, mostra infatti la donna sorridente e senza lividi sul volto.

Dove sta la verità, allora? Insieme allo scatto la difesa del cantante ha portato anche l'elenco dei partecipanti alla serata, per dimostrare che Anna Laura non aveva segni di violenze, e l'avvocato Andrea Micciché ha commentato: "Abbiamo fornito prove documentali che quell'aggressione non c'è mai stata", concludendo: "La montatura infamante è crollata".

Evidentemente però in questo caso non esistono certezze. Da un lato infatti c'è un Massimo Di Catado indagato per maltrattamenti in famiglia e procurato aborto che proclama su Facebook la propria innocenza, professandosi vittima di "un'aggressione mediatica", che l'ha fatto passare "per un carnefice, senza fare nulla", e che si augura che "i magistrati accertino al più presto la verità, perché se è vero che abbiamo litigato in modo acceso quel giorno, anche urlando, è pure vero che io non l'ho aggredita", e dell'altro - invece - c'è una donna che non ha esitato a mostrare in pubblico il suo volto tumefatto e quello che sembra un feto abortito e che ha definito l'ex un "Dottor Jackyll e Mister Hyde".

Un vero e proprio gioco di specchi, che mostra una verità parziale e deformata, che non ha impedito però all'opionione pubblica di dividersi tra chi ritiene Anna Laura Millacci una mitomane e una calunniatrice e chi invece vede in lei il simbolo della violenza contro le donne. E capire chi mente e chi no diventa sempre più difficile.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017