Excite

Ucciso di botte da romeni per aver difeso il figlio

E' accaduto a Stazione Torri, frazione di Ventimiglia, la notte tra sabato e domenica. Un uomo di 53 anni è morto dopo essere stato violentemente picchiato da quattro romeni che poi sono stati fermati.

A quanto pare Walter Allavena, dopo aver sentito urla e schiamazzi a pochi metri dalla sua casa, è sceso in strada per difendere il figlio coinvolto in una rissa. Ma i quattro romeni ubriachi che stavano picchiando il figlio si sono scaraventati su di lui e lo hanno riempito di calci e pugni. L'uomo, un idraulico, non ce l'ha fatta ed è morto per i traumi riportati. L'uomo è stato rapidamente soccorso, ma per lui non c'è stato nulla da fare. Sarà ora l'autopsia a stabilire le cause della morte.

Subito sono partite le indagini che hanno portato all'arresto di Ciprian Marius Meuret 32 anni, Bordano Andrei Mihut 22 anni, Aredelean Mihai 19 anni e Sebastian Aureliano Mereut 36 anni da parte della Squadra Mobile di Imperia, degli agenti del commissariato di Ventimiglia in collaborazione con la locale compagnia dei carabinieri. L'accusa per i quattro fermati è omicidio preterintenzionale. Tutti gli aggressori sono residenti nella zona di Ventimiglia.

Sembra che sia stato un motivo banale a scatenare la rissa tra una decina di italiani e una decina di romeni. Tutto sarebbe nato perché uno dei ragazzi romeni voleva accarezzare il cane di un ragazzo dell'altro gruppo. Uno dei ragazzi italiani ha raccontato: 'Sono arrivati in gruppo verso le 23.30. Volevano attaccar briga. Erano ubriachi. Volevano toccare il nostro cane che si è spaventato e per questo uno di noi lo ha preso in braccio. Poi hanno iniziato a picchiarci. Ce l'avevano soprattutto con Claudio. Suo padre è sceso e allora si sono spostati, gli sono andati addosso'.

Il sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, ha così commentato la tragica vicenda: 'Sono episodi che pensi accadano solo altrove e invece poi succedono proprio nella tua città. Walter era davvero una brava persona, sempre disponibile, tranquillo'. Parlando poi della comunità romena che vive in città ha detto: 'Sono inseriti, lavorano, ma spesso bevono e questo è un problema, perché‚ diventano violenti. Però di fatti così gravi qui non se ne erano mai verificati'.

Foto: leggo.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017