Excite

Dismorfofobia, quando il cervello ci fa vedere brutti

Molti di noi sono colpite da dismorfofobia o disturbo dismorfico corporeo. Si tratta di una malattia psichica che fa percepire in modo distorto il proprio volto e il proprio corpo. La scoperta è stata fatta da alcuni psichiatri diretti da Jamie Feusner della David Geffen School of Medicine, presso l'Università di Los Angeles, ed è stata pubblicata sulla rivista Archives of General Psychiatry.

Secondo quanto scoperto dagli studiosi il cervello elabora l'immagine del proprio volto in modo ingannevole, con un'attività alterata sia nei centri della visione che nel sistema frontostriatale. L'ossessione patologica per l'aspetto, dunque, nasce da un 'problema' del cervello. Ad essere colpito da questa patologia sembra sia l'1-2 per cento della popolazione.

Gli studiosi hanno preso in esame un campione di persone che hanno sottoposto a risonanza magnetica mentre guardavano foto del proprio volto o di quello di un attore famoso. Dall'analisi delle risonanze magnetiche è emerso che nel cervello dei dismorfofobici di fronte al proprio volto si accendono in modo anomalo diverse aree neurali.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017