Excite

Distributori di Marijuana in California: passi la tessera e scegli tra 800 tipi di erba

  • Twitter

di Simone Rausi

Finiti i tempi in cui per acquistare qualche grammo di marijuana bisognava incontrare loschi pusher in un sottopassaggio fumoso. Da oggi chi è in cerca di "fumo" potrà tranquillamente utilizzare la classica "macchinetta", un bel distributore automatico, lindo e luminoso, come quello del caffè e delle merendine. E non se ne parla più.

Marijuana: coltivazione legale in Italia, sentenza storica

La rivoluzione arriva dalla California dove i primi distributori automatici di marijuana sono già stati installati nelle assolate Los Angeles e San Diego. A dirla tutta – e non è un piccolo particolare – i dispositivi saranno riservati unicamente ai malati che trovano nella marijuana un sollievo dai sintomi delle loro patologie. D'altronde l'uso terapeutico di cannabis e affini è già stato dimostrato da tempo. In particolare la marijuana sarebbe una mano santa per alleviare dolore e spasmi di malattie neurologiche ma anche di epilessia, glaucoma, fino all'anoressia e all'asma. Negli Usa, e in particolar modo in California, l' "erba medicinale" è una realtà bella che radicata. Ma come funzioneranno questi distributori automatici?

Il controllo è degno di un dispositivo alla 007. Bisognerà strisciare una tessera magnetica data soltanto alle persone il cui utilizzo della marijuana è stato approvato da un punto di vista medico e in seguito, bisognerà passare anche il controllo della scanner digitale che verificherà le impronte. Una volta superati i controlli l'utente/cliente/paziente avrà a disposizione una vastissima scelta con un ventaglio di oltre 800 specie diverse di marijuana (un assortimento da far impallidire il più rinomato Coffee Shop di Amsterdam).

Si, certo, non bisogna essere dei "furbetti italiani" per capire che – come al solito – i malintenzionati potrebbero tranquillamente trovare il modo per aggirare il controllo della macchinetta e rifornirsi di cannabis a proprio piacimento: dallo scippo della tessera all'obbligo di "prestare la mano" sotto minaccia fino poi ai corrieri autorizzati e alla rapina. Ma questo è, come al solito, il lato oscuro della Luna. Meglio salutare l'iniziativa come un nuovo passo avanti verso un mondo diverso. E nel frattempo c'è già chi raccoglie firme per estendere l'accesso ai distributori liberi. "Si ridurrebbero criminalità e spaccio" dicono.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017