Excite

Domenico Riso, polemiche sul web

L'editoriale di Francesco Merlo, apparso su Repubblica.it il 23 agosto, continua a far parlare di sé. La rete, "luogo abitato" da una foltissima e appassionata comunità GLBT, pullula in questi giorni di botta e risposta tra il giornalista del noto quotidiano nazionale,"reo" di aver ingiustamente accusato l'Arcigay di strumentalizzazione in merito alla vicenda di Domenico Riso (lo stewart morto nell’incidente aereo a Madrid con il compagno e il figlio), Franco Grillini e numerosi bloggers.

L'Arcigay a due giorni dall'incidente ha sottolineato come i media nostrani non abbiano mai indicato Domenico Riso, Pierrick Charilas ed Ethan Charilas come un nucleo familiare. Ecco, di seguito, alcune voci dalla rete:

Franco Grillini - Presidente Gaynet: "Ho letto con un certo stupore la requisitoria di Francesco Merlo, nell’articolo pubblicato ieri, contro il sottoscritto e contro l’Arcigay, colpevoli di aver notato nell’immane disastro della Spanair solo la morte di due omosessuali che stavano assieme. Merlo non deve aver letto i giornali o ascoltato tutti i Tg perché in Italia si è parlato soprattutto della vittima italiana dell’incidente aereo" (...) "Il nocciolo del nostro ragionamento non era tanto l’identità omosessuale dello steward quanto il pubblico riconoscimento dell’esistenza della sua famiglia. Si è parlato di tante vedove, di tanti vedovi, di molti figli rimasti soli, di un sacco di genitori piangenti. Si è parlato di famiglie disperate, e guarda caso erano tutte famiglie splendidamente eterosessuali. Sulla famiglia di Domenico, nemmeno una parola..".

La replica di Merlo
Sulla base di un assoluto diritto di proprietà dell’argomento lei continua a trarre rendita dai morti, architetti o steward che siano. Il riconoscimento dei sacrosanti diritti dei gay passa anche per la liberazione dai ‘rentiers’ ideologici. (f.m.)

LA BLOGOSFERA:

Sciltian Gastaldi ( Anelli di Fumo):
"Gentile dottor Merlo, sono un suo affezionato lettore e un insegnante dell'Università di Toronto, in Canada. Stamani ho letto il suo editoriale relativo al caso della famiglia gay distrutta nell'incidente aereo di Madrid. Prima di andare avanti con questa mia lettera di protesta, devo avvisarla che il suo editoriale di oggi non avrebbe trovato spazio su nessun giornale canadese né progressista né conservatore, perché si tratta di un articolo duramente omofobico, pur se lei - mi pare chiaro - è in buona fede e io credo non si sia nemmeno reso conto della gravità delle tesi sostenute". (...) "Nell'incidente aereo di Madrid invece succede che l'unica vittima italiana fosse un gay per di più convivente e - orrore signora mia! - con tanto di prole al seguito. Sottolineare questa mera e banale realtà per i "giornalisti" di Repubblica e Corriere della Sera (e di tutti i principali giornali italiani) non è stato possibile. Ecco allora che sono fioccate sul Corsera delle orrende VIRGOLETTE al termine "famiglia", quasi a dire: questi erano finocchi, QUINDI non erano una famiglia". Continua qui

Luca Sofri (Wittgenstein):
"Francesco Merlo bacchetta in prima pagina su Repubblica l’Arcigay che ha protestato per come i giornali hanno trattato omofobicamente la storia. E se Merlo ha ragione sul fatto che l’Arcigay abbia un tic spesso eccessivo su queste cose - e però chi non ce l’avrebbe: direste a un ebreo spaventato da una stella gialla che ha torto? - Repubblica non si dovrebbe permettere di dare lezioni a nessuno, dopo il modo in cui ha raccontato del povero Domenico Riso, ieri, facendo raccapriccianti acrobazie per non dire che la sua era una normale famiglia omosessuale.(...)"

Massimo Mantellini (Manteblog ):
La questione della patetica reticenza dei quotidiani italiani sulla famiglia omosessuale del povero steward italiano morto nell'incidente aereo di Madrid, capace di generare polemiche (qui ne parla estesamente Luca) dalle quali i quotidiani, Repubblica per prima, avrebbero forse potuto astenersi per decenza (o talvolta per osservanza ad una propria presunta anima di sinistra) e' ancora piu' significativa se si osserva la grande evidenza che quegli stessi giornali hanno dato in questi giorni alla paternita' anomala di Ricky Martin che ha avuto due gemelli da una "mamma in affitto"(...).

Cristiana Alicata ( Quattro e gli alberi in lontananza):
"Ho la casella mail piena di mail di associazioni GLBT, di singoli militanti, di tanti di noi in merito alla questione di Domenico Riso (lo stewart morto nell’incidente aereo a Madrid con il compagno e il figlio). Prima i media hanno trattato la cosa in modo ridicolo ed ipocrita, poi Grillini si è incazzato e alla fine Francesco Merlo ci ha scritto su un editoriale, forse il peggiore di Repubblica, da quando leggo questo giornale"(...).

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016