Excite

Donna nuda e in tacchi a spillo uccideva pulcini e si filmava

  • Infophoto

Si spogliava nuda e rimaneva in tacchi a spillo. Poi cominciava la barbaria: con i tacchi schiacciava pulcini, conigli, topi, insetti e tanti altri animali di piccola taglia. Li guardava agonizzare fino ad ucciderli. Il tutto era filmato per poi essere pubblicato sul web a favore di altri pervertiti come lei.

Una pratica che si chiama "crush movie" e consiste nel riprendersi mentre si infliggono crudeltà a piccoli animali fino a provocarne la morte. E' successo a Rho, in provincia di Milano. Anna B., la donna di 40 anni, madre di tre figli, che uccideva gli esserini dentro la sua villetta a schiera, è stata condannata a 4 mesi di reclusione, convertiti in 4.400 euro di multa.

La notizia è stata diffusa dall'ufficio stampa della LAV, Lega Anti Vivisezione, che aveva sporto denuncia qualche anno fa, contro la donna che praticava questi orrori, tramite l'avvocato Paolo Iosca. Le indagini sono iniziate, infatti, nel 2006 quando le associazioni animaliste avevano rintracciato i raccapriccianti video sul web. Ieri la sentenza che condanna Anna B.

"Un gravissimo reato di uccisione di animali che vede coinvolta una insospettabile madre di famiglia, rea di aver barbaramente schiacciato e ucciso gli animali per il solo scopo di riprendere la loro agonia - commenta la LAV tramite un comunicato stampa - Finalmente per le vittime di tanta crudeltà è stato compiuto un passo in avanti per rendergli giustizia, portando alla ribalta delle aule di giustizia il fenomeno ancora troppo sommerso dei Crush-video e ricordando che in Italia l'uccisione di animali è un reato punito, grazie all'inasprimento delle pene introdotto dalla legge 201 del 2010, con la reclusione".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017