Excite

E' morto Pietro Calabrese

Si è spento stamani a Roma alle 5:15 il noto giornalista Pietro Calabrese. L'ex direttore de 'La Gazzetta dello Sport' è morto per un tumore al polmone, che lo affliggeva da Novembre 2009.

La malattia però non ha arrestato la sua più grande passione, il giornalismo. Calabrese infatti ha continuato a scrivere sul 'Magazine' del 'Corriere della Sera', narrando l'evoluzione della patologia come fosse quella di un fantomatico 'Gino'.

Anche nella sciagura dunque l'apprezzato direttore è riuscito a trovare gli stimoli giusti per andare avanti, forte di una costante interazione col pubblico che negli anni ha imparato ad amarlo ed apprezzarlo.

Non a caso ad oggi Calabrese è considerato uno degli elementi di spicco del giornalismo italiano. Professionista dal 1974, esordì all'interno dell'agenzia Ansa. Per otto anni fu corrispondente prima dell'Ansa e poi de 'Il Messaggero', a Madrid (due anni), Parigi (quattro anni) e Bruxelles (due anni), salvo poi divenire inviato speciale per conto del quotidiano romano.

Nel 1988 divenne redattore capo, del servizio cultura de 'Il Messaggero'. Nel 1990 lasciò il quotidiano romano, per traferirsi nella redazione de 'L'espresso', con cui collaborò fino al 1993. Rientrato a 'Il Messaggero' nel 1993 come redattore capo centrale, conseguì nel giro di due anni la promozione a vicedirettore.

Nel giugno 1996 fu nominato direttore responsabile de 'Il Messaggero', incarico che ricoprì fino al settembre 1999. Ed è proprio sotto la sua direzione che il predetto quotidiano raggiunse picchi di vendite inimmaginabili. Conclusa l'esperienza al Messaggero, passò alla Rai, dove guidò la 'Divisione TV Canale 3' e offerte collegate, salvo poi divenire direttore di 'Capital', per conto della Rcs.

La stessa Rcs, che nel 2002 a ragion veduta gli assegnò la direzione de 'La Gazzetta dello Sport' che mantenne con ottimi risultati in termini di vendite e di ricavi pubblicitari fino a Novembre 2004.

Sempre nel 2004 divenne direttore del settimanale 'Panorama', in sostituzione di Carlo Rossella. L'11 ottobre 2007 lasciò la direzione del settimanale, che venne affidata a Maurizio Belpietro.

Poco dopo, fu nominato dall'allora sindaco di Roma Walter Veltroni membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Cinema, ma si dimise per coerenza politica il 29 aprile 2008 a seguito dell'elezione a primo cittadino capitolino di Gianni Alemanno.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017