Excite

E' nata "La Destra"

"Torna la destra che non mente - rinasce la destra che non si vende - conquisterà il mondo la destra che non si arrende". Una poesia di stampo futurista, recitata da Francesco Storace, chiude i lavori dell'Assemblea Costituente de "La Destra" (guarda le foto dell'evento), tenutasi a Roma il 10 e l'11 novembre appena trascorsi.

Inno di Mameli nell'aria, qualche saluto romano, vecchi politici, ex illustri, nuovi aspiranti protagonisti e belle donne: questa è la cornice in cui si è svolta, nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 settembre, l'assemblea costituente de "La Destra", il nuovo partito guidato da Francesco Storace. Ospiti d'eccezione: Silvio Berlusconi, la portavoce del neonato partito Daniela Santanchè (guarda la fotogallery) e donna Assunta Almirante davanti a tutti.

Belle donne, già. In primis la Santanchè, sugli immancabili tacchi a spillo, look "ipergriffato" e attorniata dalla "sua squadra": sei donne, sei imprenditrici del Nord fuoriuscite, anche loro,da Alleanza Nazionale. In platea si sprecano le battute: "Ditelo pure a Fini che da Alleanza nazionale tutte le fighe se ne sono andate".

E' la Santanchè la vera protagonista dell'assemblea. Una ex AN nata e cresciuta sotto l'ala di Ignazio Larussa e ora acerrima nemica di tutto ciò che ha a che fare con Via della Scrofa:"Noi non siamo un partito moderato, siamo un partito incazzato e con la bava alla bocca, che non darà tregua a chi tradisce i propri valori" [...] "An sta perdendo l'anima, per rispondere alle legittime ambizioni del suo capo ma non del suo popolo. An si sta perdendo nel tentativo di posizionarsi al centro e apparire politically correct. Ma io non ne potevo più di subire chi, per legittimarsi davanti alla comunità finanziaria- mediatica, arriva a giudicare il ventennio fascista come male assoluto".

Prosegue poi donna Assunta Almirante che torna sui suoi temi preferiti:"Fiuggi è stato un errore gravissimo, una tragedia per il popolo missino che Giorgio non avrebbe mai permesso. Io non ho mai appoggiato An, mi hanno fatto molto male. Hanno cambiato il partito da soli, perché la gente piangeva e se ne andava. Ora sono felice per Francesco, merita questo successo".

Parole di piombo, supportate da quelle del leader Storace che attacca così Gianfranco Fini:"Se tanto freme dalla voglia di entrare nel Ppe, perché pretende di tenersi ancora il simbolo del Msi? Che c'entra quella gloriosa storia con i salotti e il politicamente corretto? Fini lasci dunque la fiamma a La Destra, che oggi apre le finestre e cambia aria, rifiuta la convenienza perché sceglie la convinzione".

Insomma, la premessa di Storace in apertura:"Non abbiamo nessuna intenzione di polemizzare in eterno con via della Scrofa" non è stata recepita. "La Destra" si è posizionata in maniera forte e inequivocabile all'interno dei partiti dell'attuale opposizione. Attendiamo le reazioni "pratiche" di Alleanza Nazionale e nuove complesse ma possibili alleanze con il partito dell'entusiasta Silvio Berlusconi.

Il video di Apertura della Costituente de "La Destra"
Il domani appartiene a noi

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016