Excite

Ebola a Roma, ricoverato un medico di ritorno dalla Sierra Leone

  • Getty Images

Mentre dagli Stati Uniti arriva la notizia che Thomas Eric Duncan, il primo caso di ebola negli USA, è morto, si spande la psicosi anche in Italia. Un medico marchigiano è ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma in isolamento. Si teme che possa aver contratto il virus dopo la sua permanenza in Sierra Leone che è uno dei focolai dell'epidemia che sta colpendo, giova ricordarlo, sopratutto l'Africa.

Il medico, un cinquantottenne marchigiano, è ricoverato da cinque giorni. Al momento non presenta nessuno dei sintomi della malattia, ma è tenuto comunque in isolamento e sotto stretta osservazione medica perchè per escludere la presenza di ebola bisogna attendere ancora una settimana. Di sicuro non può aver contagiato nessuno perchè il virus si trasmette soltanto nella sua fase acuta, successiva alla prima manifestazione dei sintomi.

Guarda il morto di ebola che si è risvegliato

Il medico italiano è a rischio contagio perchè ha partecipato ad una festa con altri medici in Sierra Leone. Tra questi c'era un medico ugandese di Emergency che successivamente è risultato positivo all'ebola ed attualmente è ricoverato in isolamento in Germania.

Guarda il video degli scontri tra animalisti e polizia in Spagna

Nonostante lo Spallanzani riceva in media almeno dieci telefonate al giorno, con segnalazioni di potenziali casi di ebola, al momento non c'è alcun rischio contagio in Italia. Le strutture sanitarie sono in stato di allerta e tutte le persone in arrivo dalle zone infette sono sottoposte a controlli preventivi. Il medico marchigiano non è il solo caso sotto osservazione. Sempre allo Spallanzani è ricoverato un cittadino libico, anche in questo caso non ci sono i sintomi che rivelano la presenza di ebola quindi il potenziale di diffusione della malattia è totalmente sotto controllo.

Al momento non c'è un vero rischio ebola in Europa. La prima contagiata spagnola, un'infermiera che ha assistito due missionari di ritorno dalla Sierra Leone, è in buone condizioni. Grandi polemiche ha suscitato la decisione delle autorità sanitarie spagnole di sopprimere il suo cane.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017