Excite

Ebola, cadavere si risveglia nel sacco della morte in diretta tv. Il video

  • Youtube

di Simone Rausi

Stava per essere portato via dalla “Squadra della morte” (così chiamano gli operatori che tolgono dalle strade i cadaveri delle vittime di Ebola) quando si è improvvisamente ridestato. Un flebile movimento della mano, tanto quanto basta per dichiarare l’uomo ancora vivo. “He’s not dead!” urla uno degli operatori della Abc che con la sua troupe stava documentando l’orrore che ogni giorno si consuma tra le strade di Monrovia, in Liberia, uno dei focolai africani più attivi della malattia.

Ebola: come avviene il contagio? Ecco i sintomi e la prevenzione

Il presunto cadavere, posto ai margini della strada, aveva già subito la prima fase del trattamento che gli operatori sono soliti utilizzare in queste occasioni. Una spruzzata di candeggina per limitare il contagio, poi l’inserimento dentro il sacco, emblema ormai della morte nei paesi africani devastati dal virus. L’operatore di Abc News era a pochi metri di distanza, stava facendo una cronaca live di quella operazione quando si è ritrovato a documentare una sorta di resurrezione. “Non è morto, non è morto!” è il coro che fa esplodere la felicità dei liberiani radunati all’altro capo della strada. Una piccola speranza per un intero popolo.

Sono facce stanche, allegre e spaventate allo stesso tempo quelle che si vedono nel filmato. I liberiani denunciano infatti un totale abbandono da parte delle istituzioni, della sanità, della sicurezza. Secondo quanto riportato alla troupe della Abc, i residenti della zona avrebbero passato intere giornate a chiedere soccorsi e aiuti per il moribondo posto ai margini della strada. “Vengono solo quando si muore” aveva denunciato uno degli abitanti di Monrovia alle telecamere. E in effetti l’uomo era al limite tra la vita e la morte. Pochi minuti dopo non ci sarebbe stato davvero più nulla da fare.

Nel frattempo anche nel resto del mondo Ebola continua a fare molta paura. Dopo il primo caso accertato a Dallas c’è un nuovo sospetto contagio a Washington mentre in Europa si conta il primo caso in Germania. E mentre le istituzioni mondiali temono che il virus possa mutare diventando trasmissibile anche per vie aeree si passa alla somministrazione ai primi volontari umani del vaccino italiano, lo stesso che aveva avuto il 100% di successo tra le scimmie nella prima sperimentazione animale.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017