Excite

Ecco perché devi subito smettere di usare le cannucce

  • Visualhunt.com

La Terra chiede agli uomini di dichiarare guerra ad un oggetto monouso che in molti utilizzano quotidianamente, che appare come piccolo e fragile, ma che in realta non lo è.

Ecco perché si dice 'toccare ferro'

Di cosa stiamo parlando? Semplice. Delle cannucce. Avete mai pensato a quanta plastica occorre per produrle? E quanto materiale altamente inquinante finiamo per consegnare al nostro ambiente una volta finito di succhiare bevande (generalmente gassate) dalla lattina?

Una celebre catena di fast food ha dichiarato che ogni giorno i suoi clienti utilizzano 60 milioni di cannucce in ogni angolo del globo. Messa così, appare evidente che siamo davanti ad una vera e propria bomba ecologica.

Insomma, le cannucce non ci appaiono più come oggetti piccoli e fragili, decorati molte volte in maniera simpatica e da buttare con una certa non chalance una volta che nons ervono più.

Il fatto è che le cannucce sono fatte di plastica. E la plastica è prodotta dal petrolio, combustibile fossile non rinnovabile. Si degrada molto lentamente e rimane in natura per decenni e decenni.

Molte cannucce vengono abbandonate sulle spiagge o in mare. Una pratica pericolosa per la flora e per la fauna. Si calcola che il 90% di balene, delfini e alcune specie di tartarughe, nel corso della loro esistenza, abbiano ingerito plastica, spesso sotto forma di cannucce, che rappresentano uno dei prodotti più raccolti nel corso della pulizia delle spiagge.

Le ultime stime dicono che il 90% degli uccelli marini, balene, delfini e alcune specie di tartarughe hanno ingerito plastica, spesso sotto forma di cannucce. Le cannucce sono uno dei prodotti più raccolti durante la pulizia delle spiagge.

L'alternativa alla plastica? Cannucce di bambù, eleganti e biodegradabili, o ancora di vetro (da lavare come qualsiasi stoviglia)o ancora in carta completamente riciclabile.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017