Excite

Egitto, aereo russo con 224 passeggeri si schianta nel Sinai dopo 23 minuti dal decollo

  • Twitter ‏@1001ptsIT

E’ precipitato nel Sinai un aereo russo della compagnia di MetroJet con a bordo 224 persone (217 passeggeri e sette membri dell’equipaggio tutti di nazionalità russa) dopo essere decollato da Sharm el-Sheik, in Egitto. Dopo conferme e smentite infatti è stata data per ufficiale la notizia secondo cui il velivolo 7K9268 che era diretto a San Pietroburgo si sarebbe schiantato nella zona di congiunzione tra i continenti africano e asiatico.

Meteo shock in Russia: 'Tempo ideale per bombardare la Siria'

Secondo l’Aviazione russa (Rosaviatsiya) citata dall’agenzia Itar-Tass l’aereo sarebbe decollato alle 6,51 ora di Mosca (le 4,51 in Italia) e alle 7,14 avrebbe contatto l’aeroporto di Larnaca (Cipro) mentre si trovava a un’altezza di 9 mila metri e poi è scomparso dai radar. Dalle fonti dell’aeroporto del Cairo si è venuto a sapere che l’aereo avrebbe fatto richiesta di un atterraggio di emergenza negli aeroporti più vicini prima di sparire dagli schermi.

A dare la notizia ufficiale dello schianto dell’ Airbus A-321 è stato il premier egiziano Sherif Ismail e il governo egiziano ha istituito un gabinetto d'emergenza per la crisi e indagare sulle cause dell'incidente aereo (non si esclude infatti che l’aereo possa essere stato colpito da un missile essendo la zona controllata da gruppi jihadisti).

(Guarda il video della notizia dell'incidente aereo del volo russo)

Sarebbero stati infatti individuati i rottami dell’aereo sparito dai radar solo 23 minuti dopo il decollo. A confermare la mobilitazione di emergenza Ayman al-Moqdam, della Commissione sugli incidenti aerei egiziana: “Le forze per le ricerche ed i soccorsi hanno trovato rottami dell'Airbus A-321” precisando che “una delegazione del ministero dell'Aviazione civile andrà immediatamente sul posto per avviare le indagini sulle cause dell'incidente”.

Si parla di avaria ma non sono da escludere altre cause, alla luce soprattutto del fatto che la Russia da ormai un mese è impegnata in un’operazione militare in Siria a sostegno del presidente Assad e contro l’Isis e altri gruppi radicali.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017