Excite

Egitto, attentato al consolato italiano al Cairo: autobomba uccide una persona

  • Getty Images
Un attentato al consolato italiano in Egitto ha ucciso una persona. L'autobomba è esplosa nelle prime ore del mattino di sabato 11 luglio, anche l'edificio era chiuso: la vittima si trovava in quella zona casualmente. Non risultano comunque italiani coinvolti. I media egiziani parlano anche di sei feriti, tra cui una madre con tre figli. "L'esplosione ha danneggiato oltre alla facciata esterna del Consolato italiano al Cairo anche alcune abitazioni limitrofe", hanno spiegato i responsabili della sicurezza in Egitto.

A seguire il video con le immagini nei momenti successivi alla deflagrazione

Secondo la ricostruzione effettuata, inoltre, una "carica esplosiva è stata posta sotto una vettura nel perimetro del consolato ed è stata fatta esplodere con un telecomando". Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha prontamente commentato l'accaduto in un tweet: "Bomba al nostro Consolato al #Cairo. Non risultano vittime italiane. Vicini alle persone colpite e al personale. Italia non si fa intimidire". L'Italia vede nel presidente egiziano al-Sisi un prezioso interlocutore anche per quanto riguarda la lotta al terrorismo. Per questo il gesto potrebbe essere un'intimidazione verso il governo di Roma.

Le immagini mostrano i danni molto pesanti riportati dall'edificio, che su un lato è quasi totalmente distrutto a conferma che è stato usato una ungente quantità di esplosivo. Insomma, se all'interno ci fosse stato il personale sarebbe stata una strage. Alcuni giornalisti, tra cui l'italiano Alessandro Accorsi, sono stati fermati dalla polizia perché arrivati molto presto sul posto. "Non sapevano neanche cosa fare con noi, ma alla fine siamo stati rilasciati senza problemi", ha poi spiegato il cronista in un tweet.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017